Fabriano – Serradica risplende nella sua magia dei Presepi -LE FOTO-

presepi serradica

di Angelo Campioni – SERRADICA – Un paese a sud di Fabriano dove la magia del Natale si è insediata tre anni or sono con un successo strepitoso di pubblico che hanno saputo apprezzare questa bellissima e innovativa novità. La pregevole iniziativa era iniziata per una scommessa e, soprattutto per ridare a Serradica un’altra immagine di sé. La Frazione era conosciuta in regione soprattutto per la squadra di calcio (sulla breccia da trent’anni), invece, adesso si è posta alla ribalta come un paese magico con i suoi profumi, la sua musica, i suoi mercatini, l’atmosfera natalizia che regna dall’8 dicembre fino al giorno dell’epifania, ma soprattutto per la presenza (costruiti con sapienza e maestria dagli abitanti del luogo che ci lavorano per tanto tempo tutto l’anno) di oltre 25 presepi. Il presepe come si sa fu un invenzione del poverello di Assisi San Francesco. Da allora tante considerazioni sono state fatte, tante iniziative, tante rappresentazioni anche viventi, ma nessuno aveva mai pensato di struttrare per le vie di un Borgo che ha più di mille anni questi fantastici e maestosi presepi che danno a tutti l’opportunità di essere visti e, soprattutto di dimenticare per un pomeriggio i problemi quotidiani. Quest’anno è stato migliorato in toto tutto quello che negli anni scorsi era sembrato negativo, l’organizzazione che rasenta la perfezione del Comitato e tutti i componenti sono stati “programmati” per far si che l’iniziativa dia al visitatore una bellezza particolare e interessante di tutto il paese. E’ un percorso magnifico tra le “viuzze” con tante rappresentazioni una diversa dall’altra, ma con al centro la “Natività”, il giorno in cui Gesù è nato ed ha portato a tutto una ventata di aria fresca e soprattutto un messaggio di pace e di speranza A Natale i cristiani celebrano una realtà già avvenuta – la discesa di Dio nella carne di Gesù, figlio di un’umile coppia di Nazaret – come pegno di quanto ancora attendono: che Dio sia in tutta l’umanità e che l’umanità trovi la sua pienezza in Dio. Ma, se questo è il fondamento della gioia che abita i credenti in questa festa, allora essa non può essere soggetta ad alcuna “esclusiva”: è gioia “per tutto il popolo”, per l’intera umanità destinataria ultima dell’amore di Dio.
Altissimo, invece, è il messaggio che promana dal Presepe, le cui radici cattoliche si ritrovano nel Mediterraneo e di cui è necessario riscoprire il valore religioso, culturale e simbolico, specialmente nel mondo odierno, in cui, per festeggiare il Natale, predomina l’uso dell’albero, di origine nordica ed espressione di una società consumistica. Il Presepe, che si richiama ad un evento storicamente avvenuto, con la sua rievocazione, ci fa riflettere sulla nascita di Gesù, sul Suo essersi incarnato per noi, sacrificato per la nostra salvezza, per esaltare l’uguaglianza e per capovolgere le ingiustizie sociali. Il Presepe, allestito nelle nostre case con dedizione verso il Bambino Gesù, è un punto di incontro per tutti i membri della famiglia, che si soffermano a guardarlo, a formulare una preghiera, a rilevarne i particolari, a riflettere su quel Mistero Divino in esso racchiuso, a ricordare l’esempio lasciato da quella “Sacra Famiglia”, in cui regnava l’amore, la comprensione ed il rispetto. Quest’anno fra le tante novità tecnologiche e scenografiche ci sono bellissimi presepi tutti con vari messaggi ad interpretazione di chi li ossserva. Uno in particolare rappresenta anche la città di Fabriano: il palazzo medievale, la piazza, la fontana sturinato e un grande presepe per rappresentare il nostro Comune come una grande famiglia e, soprattutto per cercare di dare una speranza in più a tutte le famiglie che si trovano in difficoltà, dove il lavoro un tempo fiorente, sembra essersi dimenticato di una città con tanti valori e con tante idee da poter mettere sul campo e sviluppare. E’ stato anche indetto il 1° Concorso Fotografico “La Magia dei Presepi”, aperto ovviamente a tutti (c’è anche un sito su facebook. Tante iniziative per un mese all’insegna di presepi, mercatini, zampognari, stands, ristori, letterine per babbo Natale, Befane, Re Magi, fuochi d’artificio e, chi più ne ha più ne metta. Il programma continua: Domenica 20 Dicembre: ore 15 apertura Mercatini di Natale, ore 16 inizio festa e apertura presepi, ore 17 Consegna letterine Babbo Natale, ore 22.30 chiusura straordinaria dei presepi. Sabato 26 Dicembre: ore 16 inizio festa e apertura presepi, ristori e stands, ore 16.30 Messa cantata con il Coro del Centro Sociale città Gentile.
Domenica 20 Dicembre: ore 16 inizio festa e apertura presepi, Zampognari per le vie del paese. Mercoledì 6 gennaio: ore 16 apertura Presepi, ristori e stands, ore 17 arrivo delle Befane in paese, Re Magi per “spegnere” i presepi e grande chiusura con fuochi d’artificio.

https://www.facebook.com/marco.sprega.5/posts/10204286590359428

Posted by La magia dei presepi a Serradica on Giovedì 10 dicembre 2015

Precedente Baby zingari rompono i giochi, intervengono i vigili urbani Successivo Castelfidardo, si vuole gettare da 12 metri Distratta con la Madonna e il Giubileo