Fabriano – Claudio Biondi: “La chiusura del punto nascite è di una gravità senza precedenti”

donna-incinta

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa di Claudio Biondi. Punto nascite Fabriano – Quello che è avvenuto ieri in Consiglio Regionale è di una gravità, di un’ingiustizia senza precedenti. Aver respinto a maggioranza delle mozioni presentate dalla minoranza per salvare i punti nascita a Fabriano, Osimo, San Severino è inammissibile. Tutto ci si poteva aspettare ma non questo. Ha ragione Pariano ad invitare i Consiglieri di Fabriano a dimettersi tutti, in primis quelli del PD, il cui Partito che governa la Regione ha voluto queste chiusure con grande determinazione, definirlo un atto dittatoriale sarebbe poca cosa. Sagramola e Crocetti, addirittura segretario organizzativo del PD Regionale, come abbiamo visto non “contano niente” a livello di Partito, Ceriscioli e Comi non se li hanno nemmeno “filati”. Arrivando a questo punto un Commissario, intervenendo il Prefetto, ci potrebbe essere un ripensamento tenuto conto del Decreto Lorenzin che salverebbe i punti nascita anche sotto le 500 nascite se situati in località di montagna e che tale disposizione è valida per le Marche e non, per esempio per la vicina Umbria. Infine se anche con le dimissioni di tutto il Consiglio Comunale, del Sindaco e degli Assessori, non si raggiungesse lo scopo, i Fabrianesi tutti non dovrebbero più andare a votare.

Precedente Maltrattamenti disabili,indagate maestre Successivo Alunni disabili maltrattati, maestre indagate