Fabriano – Staff unico per il punto nascite, medici e ostetriche favorevoli

ostetriche fabriano
Le ostetriche dell’ospedale fabrianese Profili

FABRIANO – MEDICI e ostetriche dell’ospedale Profili dicono sì al tandem JesiFabriano, ovvero l’equipe itinerante tra le due città operativa in entrambe le strutture per consentire al punto nascite del ‘Profili’ di evitare la chiusura fissata per il 31 gennaio. L’idea elaborata dal Pd fabrianese e dal sindaco Giancarlo Sagramola, su cui il governatore Luca Ceriscioli si sarebbe detto disponibile a trattare, inizia a incassare i primi consensi. Dai colloqui informali tra il sindaco e lo staff medico di ostetricia e ginecologia del ‘Profili’ sarebbe infatti emersa una notevole disponibilità da parte dell’intero staff sanitario ad affrontare un’eventuale riorganizzazione interna pur di non perdere le ‘cicogne’ fabrianesi. Anche la struttura tecnica, dunque, pronta a recepire la proposta inoltrata durante l’assemblea del Pd di venerdì sera ad Ancona in cui il segretario cittadino Michele Crocetti si è fatto portavoce della soluzione alternativa alla chiusura. «Non posso che valutare positivamente – afferma Sagramola – questa apertura politica del Pd verso una soluzione delle questioni della salute di coloro che vivono nell’entroterra. Personalmente ritengo attuabile l’ipotesi sottoposta ai tecnici di un unico staff che gestirà i parti su due punti nascita associati: è vero, infatti, che Fabriano non raggiunge i 500 parti annui ma ha tutte le condizioni necessarie per una nascita sicura». Insomma, qualcosa si muove anche se c’è da fare i conti con una tempistica quanto mai compressa, in quanto restano solo due settimane per convincere Ceriscioli ad un clamoroso dietrofront e dunque a stracciare il documento emanato giusto il mese scorso. Ecco perché la partita è sempre più politica, tanto che anche l’Udc – altra forza di governo in Regione – nei giorni scorsi attraverso una nota ha chiesto a Ceriscioli di annullare il provvedimento. E poi c’è il pressing univoco della città, in particolare a parte del cosiddetto comitato delle mamme. Proprio il locale coordinamento cittadino punto nascita sta organizzando la terza marcia su Ancona nello spazio di poche settimane con appuntamento fissato per il sit in all’esterno di Palazzo Raffaello in occasione della seduta del consiglio regionale che dovrebbe tenersi la prossima settimana. E’ entrata nel vivo anche la raccolta di firme on line lanciata dal locale comitato ‘Sveglia fabrianesi’ che invita tutti a partecipare attraverso il portale change.org specializzato nelle petizioni via web.

Notizia riferita da Alessandro Di Marco IL RESTO DEL CARLINO DI FABRIANO

Precedente Sant'Elpidio a Mare, ok al nuovo ospedale ma Terrenzi difende il ponte sul Tenna Successivo The Guardian 'loves' spiaggia Sirolo