A cena con i ladri, svaligiata una villetta

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Macerata, 5 marzo 2016 – Cena con i ladri, l’altroieri in via Rosetani. È quanto accaduto a Leonardo Salvi, che si trovava in casa con la sorella, la madre e la fidanzata. Mentre la famiglia era seduta a tavola, i malviventi si sono introdotti al primo piano, spaccando il vetro della finestra del bagno, e hanno agito indisturbati, buttando all’aria i cassetti delle tre camere da letto. I proprietari di casa non hanno sentito nulla. I ladri si sono portati via, dopo un’accurata selezione, gli oggetti più preziosi, molti dei gioielli di famiglia, oggetti in oro e anche 65 euro in contanti. Non hanno toccato, invece, computer e carte di credito lasciate in bella vista.

«Possono aver agito – racconta Salvi – nel lasso di tempo che va dalle 20.15, l’ora in cui abbiamo iniziato cena, fino alle 21.45, quando mia madre è salita al piano di sopra per andare a dormire. Si è trovata di fronte tutti i cassetti aperti, con il contenuto rovesciato, e poi le scatoline contenenti i gioielli aperte, alcune vuote. Stiamo facendo una lista degli oggetti spariti, ancora non sappiamo esattamente a quanto ammonti la perdita».

I malviventi sono entrati dal bagno, poi hanno passato al setaccio la zona notte, vale a dire le tre camere da letto, rovistando nei cassetti di comò, comodini e librerie e arraffando i preziosi. Si sono quindi diretti in sala: qui hanno rubato i contanti contenuti nel portafoglio di Salvi, circa 65 euro, che si trovava nella tasca del giubbetto, mentre non hanno toccato i 10 euro contenuti nel portafoglio della madre. «Hanno scelto i vari oggetti – sottolinea Salvi –, non hanno rubato a caso, anzi, si sono dedicati a una selezione accurata dei gioielli, prendendo solo quelli che hanno più valore e lasciando gli altri al loro posto. Si sono portati via, tra le altre cose, bracciali, un orologio e parecchi gioielli ricevuti in occasione della prima comunione».

Il peggio è passato, ma la paura resta. «Raccomando a tutti di stare attenti – spiega Salvi –. Per quanto ci riguarda, è andata bene che non ci siamo accorti di nulla. Meglio così, perché non si sa mai cosa può accadere in un faccia a faccia con i malviventi. A cena eravamo in quattro, stavamo chiacchierando e le nostre voci possono aver coperto i rumori dei ladri. Inoltre, c’era la televisione accesa, ma a un volume basso». «Sentivo che sarebbe accaduto qualcosa di spiacevole – aggiunge la madre di Leonardo –, avevo una brutta sensazione, così, qualche tempo fa, ho provveduto a nascondere bene parecchi oggetti di valore. L’ho fatto per prevenire, dato che in città ci sono tantissimi furti».

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Terremoto, tre scosse nella notte Successivo IL METEO DI OGGI A FABRIANO E NELLE MARCHE -by il Borghigiano-