A Mondolfo il summit degli esperti di grafologia

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Moldolfo (Pesaro), 23 settembre 2014 – Sabato a Mondolfo (Aula Magna dell’istituto Enrico Fermi, via Enrico Fermi 11) si terrà la diciasettesima edizione della Cattedra Internazionale Girolamo Moretti, incentrata sul tema: “Grafologo-Psicologo. Identità e interazione: una riflessione aperta”.

La Cattedra Internazionale ha sede a Mondolfo perché qui padre Girolamo Moretti, fondatore della grafologia italiana, risiedette molti anni. Ha come obiettivo fondamentale quello di contribuire alla ricerca disciplinare attraverso lo studio dell’opera di Moretti, la ricognizione dello statuto scientifico della grafologia nonché l’interazione con altre scienze, in prospettiva interdisciplinare.

Nel 2013 la giornata di Mondolfo ha celebrato il cinquantennale della morte di padre Moretti. Quest’anno l’Istituto Grafologico Internazionale che porta il suo nome festeggia i 100 anni dalla pubblicazione della sua prima opera, ripresa e ampliata nel corso di tutta la vita, il Trattato di grafologia, che costituisce ancora oggi il testo fondamentale per gli studiosi.

La XVII edizione della Cattedra, dopo il lungo percorso di riflessione di carattere teorico sul rapporto tra grafologia e psicologia, si propone di andare al concreto dei risvolti professionali, con l’intento di fare passi avanti nell’individuazione e nella definizione di alcuni elementi di complementarietà e di sussidiarietà tra la professione di grafologo e quella di psicologo.

La giornata avrà due centri focali: dapprima presenterà un’analisi estremamente aggiornata della professione di grafologo, dal punto di vista identitario, normativo e di prospettiva, con gli interventi di Pacifico Cristofanelli, coordinatore della Cattedra Internazionale Girolamo Moretti, Carlo Merletti, coordinatore dell’Istituto Grafologico e direttore della rivista «Scrittura», Luigi Alfieri, presidente della Cattedra e docente di Antropologia culturale presso l’Università degli Studi Carlo Bo. A seguire la partecipazione di Roberto Bartolini e Alessandra Millevolte, presidente e vicepresidente dell’associazione Grafologica Italiana, dello Psicologo Maurizio Bottino e della Grafologa Roberta Cupiccia.

Il secondo punto focale consisterà nella testimonianza di tre grafologi-psicologi, che raccolgono in sé l’incarnazione esperienziale dell’interazione tra le due discipline: Enrico Contin, Isabella Zucchi e Fabio Carbonari.

Le conclusioni saranno di Giancarlo Galeazzi, docente di Antropologia presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Ancona e di Fermino Giacometti, Presidente dell’Istituto Grafologico Internazionale Girolamo Moretti.

(Istituto Grafologico Internazionale Girolamo Moretti, Piazza San Francesco 7 – 61029 Urbino, telefono 0722 2639, www.istitutomoretti.it, [email protected]).



 

Precedente Selly Kane a politiche immigrazione Cgil Successivo "Omicidio colposo", medico a processo