A un passo dal gol rinuncia per fair play

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 12 novembre 2015 – Dalla Premier League inglese alla Seconda Categoria marchigiana. Dal Goodison Park di Liverpool al Montenovo di Camerano. Da Di Canio a Giammarchi. In comune, a distanza di quasi 15 anni, un gesto di fair play.

A cui non capita di assistere tutte le settimane sui campi di calcio e non solo. Hanno avuto entrambi la possibilità di fare gol, il massimo per un calciatore, per giunta se si tratta di un attaccante, ma visto l’avversario a terra, infortunato, hanno deciso di fermarsi. Hanno pensato che non segnare in quel frangente fosse la cosa più giusta. A Di Canio capitò nel dicembre del 2000 nell’ormai famoso Everton-West Ham. 

A Marco Giammarchi, 25 anni di Ancona, calciatore dell’Ankon Dorica (Seconda categoria, girone C) è successo invece sabato. Al 10’ del secondo tempo, nel match in casa della  Real Cameranese (9^ giornata), sul risultato di 1-1, con un gol già realizzato in precedenza su punizione, il primo stagionale. Sarebbe stata la doppietta. Invece… Giammarchi lanciato da un compagno verso la porta avversaria, viene contrastato da un difensore del Real che cade a terra, da solo, infortunandosi.

L’attaccante dell’Ankon invece di proseguire la corsa indisturbato, in procinto già di concludere a rete e di esultare, decide di fermarsi. Ricevendo i complimenti di tutti i presenti. Senza pensare che quel probabile gol forse sarebbe valso un punto alla sua squadra (la Real Cameranese ha vinto per 3-2). Anche se sul sintetico di Camerano il vero vincitore è stato Marco Giammarchi. Un gesto che vale più dei tre punti di un successo.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle

Precedente Santa Colomba, aperta la rotatoria Successivo IL METEO DI OGGI A FABRIANO E NELLE MARCHE -by il Borghigiano-