A Varano come a Tavernelle. Ecco a voi «La grande discarica»

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Ancona, 28 ottobre 2014 – Varano come Tavernelle. Ma potremmo inserire anche altre località in questo elenco zeppo di degrado. Le foto che oggi pubblichiamo sono state scattate dal nostro Bobo Antic domenica lungo la strada che da Varano conduce a Portonovo e nel parcheggio sotto l’Università, a due passi dal centro abitato del quartiere di Tavernelle.

Foto che parlano da sole e che in teoria non avrebbero bisogno neppure di tanti commenti per non guastarsi il fegato. Ma siccome la situazione sta peggiorando, ci vediamo costretti ad evidenziare la necessità urgente di cambiare rotta. Un’inversione di tendenza che deve partire dall’educazione alla civiltà di molti cittadini che ancora non hanno capito, o meglio non vogliono capire, che un televisore e un monopattino da bambini, cosiccome la cassettiera del comò e le ante dell’armadio si devono portare al centro di smaltimento dei rifiuti. Dall’educazione emerge il volto di questa città che l’amministrazione non aiuta di certo a migliorare.

Ma il problema vero è la base. E’ il substrato ad essere molliccio e menefreghista. Altrimenti scene del genere non si continuerebbero a vedere. Il presidente di Anconambiente qualche giorno fa proprio al Carlino ha dichiarato che i cittadini devono diventare sentinelle contro il degrado. Ci può stare. Ma se non si educa chi sbaglia, non si va da nessuna parte. Quindi multe, telecamere, vigilanza. Qualsiasi cosa, basta che la facciate. Subito.

 



Precedente Dehors, oggi le comiche ma gli obbrobri sono ben altri... Successivo E’ morto don Mario Ferracuti, l’arte e la pedagogia erano le sue passioni