A verbale le parole della madre di Giustini: “Stava male, temevo si suicidasse”

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Ancona, 13 settembre 2104 –  Sono state messe a verbale le parole di Brunella Michelini, la madre di Luca Giustini, l’uomo che ha ucciso a coltellate la sua figlioletta Alessia di 18 mesi mentre dormiva nella culla. Prima del delitto, Giustini era andato dalla madre per pregare: “Era come se fosse venuto a dirmi addio, voleva che recitassimo il rosario e abbiamo pregato insieme”, aveva dichiarato la signora Michelini. L’altro giorno gli investigatori dell’Arma, al comando del maggiore Giovanni Russo, hanno chiesto alla donna lo sforzo di ricordare le ore precedenti all’uccisione della piccola, mettendo a verbale le sue parole. Solo poche ore prima, infatti, il giovane padre era andato a casa sua.

“Gli avevo detto ’Luca, che hai? Devi farti vedere da un dottore’ – ha ricordato la donna -. Avevo paura che potesse tentare il suicidio, mai avrei immaginato cosa sarebbe successo”. Brunella Michelini ha detto anche che il figlio stava male, che era depresso e piangeva spesso. Dopo l’incontro con la madre, Giustini è tornato a casa sua per pranzare con la famiglia e alle 14, rimasto solo in casa senza la moglie e l’altra figlia di 4 anni, ha accoltellato la secondogenita. 

 



Precedente Idea bronzi dorati all'Expo di Milano adesso Pergola e Sgarbi litigano Successivo Professionista trova la moglie a letto con la migliore amica