Addio al maestro Giorgio Albertazzi

giorgio-albertazzi-foto

Il Borghigiano il blog di Fabriano e delle Marche-

Addio al maestro – Giorgio Albertazzi è stato il performer più imprevedibile della scena, non solo italiana. Memorabile il suo Amleto, regia di Franco Zeffirelli, in cartellone nel 1964 (anno delle celebrazioni shakespeariane) per due mesi all’Old Vic di Londra e vincitore del Challenge al The’atre de Nation di Parigi.

Con il film L’anno scorso a Marienbad vinse il Leone d’Oro a Venezia nel 1961 e con l’Enrico IV dei primi anni ’80, per la regia di Antonio Calenda, aprì una crepa formidabile nell’establishment teatrale italiano, tanto che si può parlare di “prima” e “dopo” Enrico IV per capire l’evoluzione nel rapporto tra pagina e scrittura scenica.

Il suo Adriano raggiunse le 800 repliche e nel 2004 fece storia il suo Dante dalla torre degli Asinelli di Bologna, davanti a ventiduemila persone.

Fonte Skytg24 

Precedente Figli picchiati e frustati dal papà perchè vivono all'occidentale Successivo GROTTE DI FRASASSI, LA MASCOTTE È L’AQUILA GIOTTO