«Addio Vecio, sarai sempre un vero amico»

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Sarnano (Macerata), 25 gennaio 2016 – «Continueremo a tifare per te, Vecio, e a fare di tutto, dentro e fuori dal campo, per farti sorridere ancora», è stata la promessa degli amici a Michele Vecchiotti, il geometra 38enne di Sarnano trovato senza vita dai genitori domenica mattina, a causa di un malore improvviso nel sonno. Lacrime e silenzio oggi pomeriggio in una chiesa di Sant’Agostino piena come non mai. E un lungo applauso per accogliere il feretro, sopra il quale era distesa una maglia dell’Inter e della squadra locale.

«Nero e azzurro sono stati i colori della sua passione e della sua vita – ha esordito don Marcello Squarcia, che ha celebrato la messa -. Il nero della morte sì, ma anche l’azzurro dello sguardo al cielo e della speranza nell’infinito. Non è un caso che Michele se ne sia andato di domenica, giorno della resurrezione. Allenava i ragazzi del calcetto insegnando loro il significato del sacrificio, del traguardo, dell’arrivo alla meta, educandoli e spronandoli. E così anche lui è giunto al traguardo in un giorno di festa, il suo è un trionfo e sarà con noi in eterno».

Il passo del Vangelo in cui Maria e Marta piangono la morte del fratello è stata scelta ieri proprio per spiegare che il legame d’amore che unirà la sua famiglia, i fratelli Francesca e Andrea, babbo Umberto e mamma Rosina, sarà indistruttibile e vincerà sulla morte.

«Michele era conosciuto da tutti in paese – ha continuato don Marcello – ed era benvoluto per la sua sensibilità, la cordialità e l’affabilità. In una parola, era amato per la sua umanità. Era lui a salutarmi sempre per primo quando ci incontravamo».

Poi è stato uno dei migliori amici del giovane geometra, Fabiano, a volergli dedicare un saluto. «Un vero amico è colui che lascia sempre una traccia nel tuo cuore – ha detto – e tu eri, e sarai sempre, un vero amico. Gli ingredienti vincenti per far durare un’amicizia sono la scoperta delle cose simili e il rispetto delle diversità. E noi abbiamo vinto per trent’anni insieme. Ora continueremo a tifare per te e a farti sorridere».

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Ruba un giubbotto da Prodi Sport Scoperto su Facebook e bloccato Successivo La Vuelle ci mette il cuore ma deve arrendersi a Pistoia. Le foto del match