Aerdorica, tra dubbi e bocciature

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 1 novembre 2015 - Proprio ieri, riportando le ultime notizie relative alle dimissioni in massa dal cda di Aerdorica, avevamo parlato del Sanzio come dell’aeroporto più pazzo del mondo. E a quanto pare la battuta risulta quanto mai appropriata. Oggi, l’attenzione si sposta su Novaport, la società che si era aggiudicata la possibilità di acquisire la maggioranza di Aerdorica prima dello stop arrivato dal ministero che ha bocciato la procedura messa in piedi dalla spa che guida lo scalo. Ebbene, adesso il problema è se Novaport è veramente dei russi oppure no.

Per noi è difficile appurarlo in poche ore, ma quello che ci domandiamo è più semplice: fino a oggi la politica e i suoi dirigenti cosa hanno fatto? E’ da un anno che si parla di questa operazione con i nomi dei protagonisti sulla bocca di tutti. Chi governava Aerdorica, prima delle dimissioni di due giorni fa, ha preso informazioni? Ha semplicemente chiamato l’ambasciata a Roma per avere chiarimenti? Cose semplici per un affare molto complicato e delicato. Ecco, da chi governa la cosa pubblica si pretende la massima attenzione e correttezza per non restare con le mosche in mano e un aeroporto che richia di saltare.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle

Precedente Senigallia, guidavano senza patente La polizia insegue e denuncia due giovani Successivo Turismo: siamo all'anno zero