Affonda peschereccio, sommozzatori al lavoro in porto

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Civitanova Marche (Macerata), 10 aprile 2016 – Affondato in porto il peschereccio «Francesco Padre» della marineria civitanovese. E’ successo in un momento imprecisato della notte (o della primissima mattinata) per cause accidentali. Il motopesca, che è lungo 18 metri, era attraccato alla banchina del molo est. Per tutta la settimana era rimasto fermo lì a causa di un guasto al motore.

Ad accorgersi dell’incidente è stato un addetto alla piccola pesca, nel transitare poco prima delle 7. Ha dato l’allarme e subito dopo sono accorsi sul posto i proprietari e i marinai della Guardia costiera, che hanno a loro volta richiesto l’ausilio dei vigili del fuoco. Per prima cosa sono state posizionate le panne antinquinamento, in modo da scongiurare il rischio della propagazione nel bacino portuale del gasolio fuoriuscito dalla barca.

Il «Francesco Padre» è affondato quasi per intero su un fondale di 5-6 metri. Sono rimasti all’asciutto l’archetto, la sommità della prua e poco altro. Danni importanti, tra i 150 e i 200mila euro. A metà mattinata sono arrivati quattro sommozzatori del Soccorso subacqueo acquatico dei vigili del fuoco di Ancona. Lavoreranno assieme ai colleghi (mobilitata anche una gru da Macerata) per riportare lo scafo in linea di galleggiamento.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Protesta contro Salvini, il centro sociale Grizzly scende in strada Successivo Camerano, assalto al bancomat del centro commerciale