AGGIORNAMENTO DISPOSIZIONI SULLA PROCEDURA DEL SISMA

IL BORGHIGIANO
Fonte -Comune di Cerreto d’Esi-

IL BORGHIGIANO 20142015

LEGGI QUI http://www.comune.cerretodesi.an.it/
E' stata pubblicata dal Commissario del Governo per la ricostruzione nei territori interessati dal sisma del 24 agosto 2016 Vasco Errani l’Ordinanza n. 10/2016 recante “Disposizioni concernenti i rilievi di agibilità post sismica conseguenti agli eventi sismici che hanno colpito il territorio delle Regioni Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo a partire dal giorno 24 agosto 2016. L’Ordinanza del Commissario fa seguito all’Ordinanza n. 422 del 16 dicembre 2016 del Capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio.

Nell’Ordinanza del Commissario, in riferimento al verbale sottoscritto a seguito dell’incontro del 1 dicembre 2016 tra il Commissario Straordinario, il Capo del Dipartimento della Protezione Civile ed i rappresentanti della Rete delle Professioni durante il quale è stata acquisita la disponibilità dei professionisti a redigere le schede AeDES per tutti quegli edifici ritenuti inutilizzabili a seguito della procedura FAST, è precisato che a decorrere dalla data di pubblicazione della stessa ordinanza, i tecnici professionisti iscritti agli ordini e collegi professionali nazionali degli architetti, degli ingegneri, dei geometri, dei periti edili abilitati all’esercizio della professione relativamente a competenze di tipo tecnico e strutturale nell’ambito dell’edilizia, anche indipendentemente dall’attività progettuale, si occupano della compilazione delle schede AeDES, unicamente a seguito dell’esito di “non utilizzabilità” riportato nelle schede FAST, fatti salvi i casi particolari disciplinati dall’art. 1 dell’ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile n. 422/2016.

A seguito di quanto sopra,  il Comune di Cerreto d'Esi informa i proprietari e/o titolari di diritti reali sugli edifici su cui è stato richiesto il sopralluogo,  che successivamente alla redazione di scheda FAST (che per il nostro Comune non sono ancora partite) da parte dei tecnici incaricati dalla DICOMAC, che rilevi una situazione di “non utilizzabilità”, entro 30 giorni dalla notifica della inagibilità,  debbono consegnare agli uffici speciali della ricostruzione presso il Comune di Cerreto d'Esi – COC –  la scheda AeDES, redatta da un tecnico privatamente incaricato, completa della perizia giurata e di quanto altro elencato nella precedente ordinanza ( comma 2).

POICHE' NEL NOSTRO COMUNE LA PROCEDURA DI RILEVAMENTO DEL DANNO CON SCHEDE “FAST” NON E' ANCORA PARTITA, I TERMINI SUDDETTI NON DECORRONO.

 

Si precisa, inoltre,  che il termine ultimo per la richiesta di istanza di sopralluogo è fissato inderogabilmente al 16 gennaio 2017

 

 

 

Precedente Il Borghigiano - Di chi è il compleanno?..... Successivo Pesaro, intera famiglia intossicata Esalazioni dal braciere, bimbo grave