Aggredisce la ex e le distrugge la casa: arrestato ragazzo di 20 anni

arresto_polizia

Il Borghigiano Fabriano Il Blog delle Marche – Un tunisino di venti anni è stato arrestato dalla polizia con l’accusa di aver aggredito l’ex fidanzata, un’italiana di 21 anni. Quando gli agenti sono arrivati nell’appartamento della donna hanno trovato il giovane che brandiva in una mano un forchettone da cucina e dall’altra un coltello lungo 19 cm. Completamente distrutta la casa, con le suppellettili e le stoviglie scagliate a terra, il divano fatto a brandelli, sedie e mobili rovesciati, mentre la donna si era rifugiata in bagno.

La vittima ha poi raccontato che l’ex fidanzato era andato da lei con la scusa di volersi riappacificare ma, una volta entrato, aveva cambiato immediatamente atteggiamento e accecato dalla gelosia aveva cominciato a inveire contro di lei dapprima verbalmente, poi afferrandola per i capelli e spintonandola ripetutamente a terra. La giovane è stata affidata alle cure del 118 mentre l’uomo, con numerosi precedenti per lesioni personali e spaccio di sostanze stupefacenti, è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato, minaccia grave e lesioni personali aggravate dall’uso di armi. Il fatto è successo in Ancona e ce lo riferisce il Corriere Adriatico

Precedente Morì dopo un incidente sul lavoro, condannato il collega Successivo Petardo esploso in Comune a Senigallia, il sospettato nega tutto