Al Borgo i vandali costano 46000 €uro

Foto macchina
Fonte il Messaggero

Il Comitato del Borgo fa i conti dei danni causati dagli atti vandalici nel centro storico. “Una cifra che si aggira, ad oggi attorno ai 46ooo euro” rivela il presidente Andrea Poeta. Ed ecco quindi la richiesta al Comune di far presto con il potenziamento del sistema di videosorveglianza. L’ennesima lettera è stata protocollata ieri mattina in municipio e indirizzata al Sindaco Giancarlo Sagramola e al presidente Pino Pariano. ” E’ allarmante il silenzio istituzionale che dobbiamo ascoltare su queste vicende devastani che i residenti del nostro quartiere devono subire ogni santo giorno si legge – Abbiamo avanzato molte richieste di installazione spycam e speriamo che dopo l’approvazione del bilancio possano finalmente poste in essere”. Il riferimento è alle parole del sindaco che -oltre ad informare che i 10 vandali che nell anotte fra il 15 e il 16 Marzo ha imperversato per le vie del centro storico sono stati immortalati nei filmati di telecamere di privati – ha assicurato che con l’approvazione del bilancio di previsione si potrà procedere all’aquisto di 7 nuove telecamere da installare nel centro storico. ” I cittadini – prosegue Poeta – sono sfiduciati e si sentono soli, senza protezione, e sono costretti essi stessi a scendere in strada in pigiama per disperdere i vandali. Senza considerare che siamo sempre noi residenti a dover pagare di tasca nostra le ingenti somme provocate da questi delinquenti”. Danni che hanno riguardato portoni, auto, vasi, canalette “per un danno complessimo pe ril 2012 pari a 46000 euro”. Si chiede così maggiore presenza delle forze dell’ordine “in attesa delle spycam” Soprattutto “visto che si avvicina il periodo del Palio di San Giovanni Battista. Lo scorso anno è stato devastante, con auto rigate, finestrini rotti e danneggiamenti alle abitazioni”. Da qui la richiesta di prevenzione che si focalizzino in modo particolare, alle Conce e Madonna delle grazie, “zone ridotte ad una discarica a cielo aperto”, via Cialdini, piazza Garibaldi e il parcheggio di Via Filzi, “dove le automobili in sosta sono prede facili”. In coda l’auspicio “che tutto questo non rimanga solo l’ennesima segnalazione protocollata, ma come già in passato, senza il giusto seguito. Se noi segnaliamo è perché vogliamo un intervento concreto per salvaguardare il nostro diritto alla sicurezza. Non possiamo sentirci abbandonati a noi stessi e non è giusto continuare così, specialmente in periodi -conclude il presidente del Comitato del Borgo -dove la politica va da una parte e i cittadini vanno dall’altra”.

Claudio Curti

Il Messaggero

Cellulari Usati
SCATOLE CARTONE IN PRONTA CONSEGNA!!! www.semprepronte.it

Precedente Uomo minacciava di gettarsi dalla cupola di San Pietro Successivo Aggredisce il buttafuori della discoteca poi picchia un carabiniere: arrestato