Al teatro della Fortuna riecheggia una "Bestemmia d’amore"

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Fano (Pesaro e Urbino), 18 maggio 2015 – Il 14 aprile era saltato a causa di un’improvvisa indisposizione dell’artista Enzo Avitabile, lo spettacolo-concerto Bestemmia d’amore, con Avitabile e Pippo Delbono. Si recupera il 23 maggio (alle ore 21, i biglietti acquistati per quella data sono ancora validi) al Teatro della Fortuna l’appuntamento organizzato nell’ambito di TeatrOltre, la rassegna di teatro di ricerca italiano giunta all’undicesima edizione, promossa dai Comuni di Pesaro, di Urbino, dalla Fondazione Teatro della Fortuna di Fano, dai Comuni di San Costanzo, di San Lorenzo in Campo, di Urbania e da AMAT e con il contributo di Regione Marche e di Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Artista controverso e pluripremiato, molto conosciuto e apprezzato all’estero (tanto che ha girato più di 50 Paesi con i suoi spettacoli), Pippo Delbono segna con Bestemmia d’amore una nuova tappa nel suo percorso artistico che lo vede affiancato al musicista Enzo Avitabile. “Un canto, un concerto dove le parole diventano musica”, come scrive lo stesso Delbono, “per celebrare l’amore ferito, affogato, ucciso e rinato. Per parlare di questo tempo volgare e sacro, nero e luminoso, duro e dolce”. Ma anche un viaggio nei territori della cristianità, accompagnato dalle parole di Rimbaud, del mistico spagnolo Juan de La Cruz, e di Pasolini, sempre citato nei suoi spettacoli.

Enzo Avitabile è “un artista unico nella sua capacità di coniugare la tradizione del blues, del jazz, del funky, del rock con il classico e il barocco, fino ad abbracciare l’antica tradizione popolare e napoletana. Per arrivare però”, scrive sempre Delbono, “a una musica sua, originale e unica”. All’interno di questa musica disseminata di tracce del mondo si affrontano temi etici e sociali e si diffonde un messaggio: ogni essere umano è degno di abitare lo spazio terrestre, comunque sia e da dovunque venga, senza alcuna limitazione. Tutto ciò ben si coniuga con il percorso di Delbono che porta in scena la vita reale per renderla qualcosa d’altro, farla diventare Arte. E così gli aspetti rudi e meschini degli uomini si intrecciano con quelli poetici e sublimi: la sintesi degli opposti come unico modo possibile per conoscere la verità.

In scena: Pippo Delbono, voce recitante e canto, Enzo Avitabile, voce, arpina,tamburo e sax sopranino, Gianluigi Di Fenza, chitarra napoletana, Carlo Avitabile, tamburi. Botteghino 0721.800750, [email protected], online www.vivaticket.it, posto unico € 10,00 / € 8,00 ridotto.
www.teatrodellafortuna.it / FB



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Il 18 maggio 1939 nasceva Giovanni Falcone Successivo Candidati presidenti incontrano coop