Alberghiero, la magica soluzione: doppi turni con partenza 1° ottobre

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 21 agosto 2015 - Doppi turni sì, ma nella sede storica del Santa Marta Branca in Strada delle Marche e non al Campus scolastico; slittamento dell’inizio dell’anno scolastico al primo ottobre sì, ma non per tutti. Infatti le sei classi del Branca troveranno temporaneamente posto negli spazi trovati nella sede di Pesaro Studi in viale Trieste iniziando quindi la scuola il 14 settembre rispettando il calendario regionale. In estrema sintesi, è questo quanto è stato deciso ieri, nell’ambito dell’ultima riunione tecnica tra Marco Domenicucci, direttore generale della Provincia e gli altri: il preside Nicolini, la dirigente dell’Usp Tinazzi, il vicesindaco Vimini e mezza giunta con i tecnici di Provincia e Comune.

«Attualmente la migliore soluzione – spiega Marco Domenicucci, direttore generale della Provincia, riguardo all’emergenza di dissesto della scuola Santa Marta Branca – è quella di prevedere i doppi turni». Ma dall’incontro tenutosi ieri nella sala rossa del Comune, il tiro è stato aggiustato. Idoppi turni. «Dureranno qualche mese soltanto – conferma Domenicucci –. Questo perché dalla Regione Marche abbiamo avuto la promessa di fondi legati all’emergenza che ci permetteranno di iniziare i lavori di messa in sicurezza anche sull’unico piano escluso dai 200mila a nostra disposizione. E cioé il terzo. Questa possibilità ci permette di contenere i tempi e quindi possiamo ipotizzare la totale agibilità al massimo per marzo 2016. I doppi turni all’alberghiero permetterà ai ragazzi di usare il laboratori e di evitare la complicazione dei trasporti scolastici».

Sassolini nelle scarpe. Se ne toglie qualcuno Domenicucci che puntualizza: «La manutenzione strutturale non è mai stata fatta e tantomeno esiste un progetto non certo per negligenza: la situazione non è mai apparsa così grave da ritenere necessari interventi del genere. Ora cominceremo con la progettazione e con la ricerca dei finanziamenti». Si toglie la soddisfazione anche il consigliere di Forza Italia Alessandro Bettini: «Perché martedì 25 invece di portare Matteo Renzi a fargli vedere Casa Rossini non portano il premier a vedere il dissesto del Santa Marta Branca?».

 

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Schianto in scooter, gravissima una donna di 54 anni Successivo Conto corrente prosciugato, indagano Cc