Albergo illuminato senza l’allaccio a Enel. Esercente nei guai per furto di corrente

tmp_31374-20150121_contatore-978675740

Un albergatore ed esercente di Mondavio è stato denunciato per furto di corrente elettrica all’Enel. In base alle indagini svolte dai carabinieri di Mondavio l’albergo-ritorante-pizzeria aperto nel 2012, di cui l’imprenditore quarantenne del paese è titolare, non sarebbe mai stato allacciato alla rete elettrica ma sarebbe stato alimentato dalla corrente abusivamente prelevata dalla rete.

L’esercente avrebbe sviluppato per l’albergo il metodo messo a punto per il bar che consumava solo parzialmente per i suoi impianti l’energia fatturata da Enel, il resto era sottratto furtivamente alla rete.

I carabinieri di Mondavio sono stati messi sull’avviso dalla dispendiosa illuminazione usata dall’imprenditore per l’albergo-ristorante-pizzeria, che risplendeva nella notte tante erano le luci utilizzate per gli ambienti interni ed esterni, anche in assenza di clienti, nonostante le difficoltà economiche del gestore.

I carabinieri hanno richiesto l’intervento di personale specializzato dell’Enel ed ha effettuato un controllo, scoprendo che, parallelamente ai fili che regolarmente accedono al misuratore, vi sono alcuni cavi connessi direttamente alla rete bypassando il contatore stesso. L’albergo dispone di un generatore di corrente, che tuttavia è risultato non funzionante, nonostante fosse illuminato.
FONTE IL CORRIERE ADRIATICO 

Precedente Suora di clausura partorisce un bimbo Successivo Jesi, ex capotreno accompagna la nipote in stazione e muore