Albero cade davanti a un’auto. «Un miracolo se sono ancora viva»

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Urbisaglia (Macerata), 23 ottobre 2014 – «MI SENTO una miracolata: l’albero mi è caduto proprio davanti, mentre guidavo. Ho frenato di colpo, per fortuna il camion dietro di me era abbastanza distante da evitare il peggio». A raccontare la tragedia sfiorata di ieri mattina è la stessa protagonista, Letizia Bordi, 61 anni, casalinga di Piediripa. Stava percorrendo la strada provinciale 78 Picena, nella frazione Maestà di Urbisaglia, a bordo della sua Punto, quando un imponente platano è precipitato a neanche un metro da lei. A causa del forte vento e della pioggia battente.<

br>
L’INCIDENTE è avvenuto intorno alle 8.15, mentre la signora Letizia stava raggiungendo una delle due figlie, in dolce attesa, per accompagnarla all’ecografia morfologica. «Ho visto che un albero al margine della strada — dice — iniziava a piegarsi. Ho premuto subito il pedale del freno e ho stretto le mani sul volante. Tanta è stata la paura perché non sapevo se sarei riuscita a fermarmi per tempo perché il tronco occupava tutta la sede stradale e l’asfalto era bagnato. Dalla parte opposta stavano arrivando altre auto, che si sono fermate più distanti dal punto dove si è abbattuto l’albero. Fortunatamente il camion che veniva dopo di me era lontano a sufficienza da impedire un tamponamento. Ringrazio Dio per come sono andate le cose. Se fossi passata un secondo prima, ora forse non sarei qui».
LA SIGNORA, pensionata, è una moglie, una mamma e una nonna, si prende cura dei vecchietti di casa. Tutti ieri sono stati in pensiero per lei. A cominciare dalla figlia, che la aspettava per quella visita. Nel pomeriggio è stata sottoposta a tutti gli accertamenti: se l’è cavata con un colpo di frusta cervicale. «Ancora non ci credo, lì per lì non mi sono neanche resa conto — afferma — ma dopo qualche ora ho razionalizzato. Sono stata fortunata». Sul posto ieri sono giunti i carabinieri della Compagnia di Tolentino per effettuare i rilievi, e i tecnici del Comune di Urbisaglia per segare l’albero e la messa in sicurezza. «Ci siamo già attivati per chiedere l’intervento di Provincia e Soprintendenza, in quanto la zona è di loro competenza (strada provinciale vicino al parco archeologico) — conclude il sindaco Paolo Francesco Giubileo —. E’ la prima volta che succede, ma bisogna prendere i dovuti accorgimenti in previsione del maltempo dei prossimi giorni». 



Precedente Jesi, ragazzo di 19 anni: accetto rapporti gay perché disoccupato Successivo COMUNE DI FABRIANO. COMUNICAZIONE INERENTE SCIOPERO DEL 24 OTTOBRE 2014