Alla fortezza di San Leo rivive il Rinascimento italiano

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

San Leo, 6 ottobre 2014 – Uomini d’arme e dame coi loro stupendi abiti, scortati da paggi e araldi. E’ uno spaccato di storia del Rinascimento italiano quello proposto sabato e domenica alla Fortezza di San Leo. L’evento, chiamato “L’arte del torneare”, è stato organizzato dall’Amministrazione comunale di San Leo, su iniziativa dell’associazione culturale “Famaleonis” di Forlì, in collaborazione con “Ars Balistarum” di Urbino. Scopo dell’iniziativa la valorizzazione dell’offerta culturale e turistica della fortezza rinascimentale, dando vita ad una ricostruzione della vita di corte del XV secolo.

Siamo nell’autunno del 1459: le operazioni militari iniziano a scemare, le truppe pensano già agli alloggi invernali e il conte di Urbino, Federico da Montefeltro, (non è ancora duca) annuncia il suo fidanzamento con Battista Sforza, figlia di Alessandro Sforza, Signore di Pesaro, e fratello di Francesco, Signore di Milano.

Per festeggiare questo fidanzamento il conte chiede al castellano di San Leo di organizzare un incontro con il rappresentante del Malatesta per decretare un periodo di pace nei martoriati confini tra Montefeltro e Rimini. Il conte, oltre a proporre la tregua al suo ferale nemico, riceve una delegazione da Milano degli Sforza per mostrare non solo alla sposa, ma anche al potente zio, quale rilevanza ha questo matrimonio per lui, tanto importante da dimenticare anni di guerra.

L’evento ha visto la partecipazioni di curiosi e appassionati che hanno potuto rivisitare gli ambienti della fortezza tra abiti sfarzosi, gioielli, spade, manufatti storici e antiche tradizioni legate alla vita di corte. Hanno potuto conoscere il mastro calzolaio, i giochi d’ingegno e da tavolo alla corte dei Montefeltro, i segreti delle spade dal mastro spadaio, l’armeria, la sala delle guardie, la cucina e la stanza del conestabile.

“L’arte del torneare” fa parte di un progetto – “Torneo in armatura” – che si concludera l’anno prossimo con un torneo vero e proprio, dove gli uomini d’arme si scontreranno per la vittoria dell’ambìto premio.



 

Precedente Gli dice 'negro',condannato imprenditore Successivo Sequestra l'amica del cuore e la stupra: incastrato dal selfie