Allarme Agriaso: il lavoro non c’è. Operai agricoli a casa da sei mesi

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Petritoli, 5 febbraio 2015 – Come si può vivere senza stipendio né sostegno economico dal mese di agosto ad oggi? Eppure è questa la situazione che si trovano ad affrontare i trenta operai dell’Agriaso di Valmir di Petritoli, l’azienda complementare all’Agroalimentare Fratelli Monaldi, in fallimento da maggio. Due aziende distinte, ma strettamente legate tra loro: mentre l’Agriaso si occupa di produzione e raccolta di uova e non è stata dichiarata fallita, l’Agroalimentare Monaldi si occupava di trasformazione e di commercializzazione di prodotti ovoderivati. Ciò che le lega, però, è l’inesorabile destino, che vede un’unica, grande azienda crollare, e con essa operai e dipendenti, travolti dalla desolazione e in cerca di futuro. Gli operai dell’Agriaso, dalla fine del mese di agosto, in seguito al ritiro delle galline dai capannoni, si sono trovati senza lavoro, con l’aggravante di alcune mensilità pregresse ancora non pagate.

Per loro l’Agriaso aveva fatto richiesta all’Inps della Cisoa della validità di tre mesi. Purtroppo, però, ad oggi nessuna copertura è stata loro concessa. Anche in questo caso è fervida l’attività delle organizzazioni sindacali di Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil. I rispettivi segretari – Guglielmo Malaspina, Gabriele Monaldi ed Eugenio Zallocco – cercano la via per tutelare gli interessi dei lavoratori. Nei prossimi giorni si riunirà infatti la commissione Cisoa, che vedrà un confronto tra i responsabili dell’Inps e le organizzazioni sindacali, per esaminare le pratiche per la concessione della cassa integrazione degli ultimi tre mesi dell’anno scorso e rilanciare la richiesta di ulteriori tre mesi di Cisoa, utile a sostenere gli operai fino a marzo. «Siamo molto fiduciosi sulla copertura dei novanta giorni di Cisoa riferiti al periodo 2014 – spiega Gabriele Monaldi – mentre il nostro obiettivo è di ottenere la cassa integrazione fino a marzo sulla base di determinate condizioni che saranno oggetto di confronto tra le parti in sede di commissione». «Nei giorni scorsi – prosegue Monaldi – abbiamo tenuto un incontro anche con gli amministratori e il consulente dell’Agriaso per ribadire la posizione della nostra richiesta nella speranza della ripresa produttiva del sito di Petritoli e il reinserimento degli operai. Anche la questione dei lavoratori Agriaso giovedì prossimo sarà portata all’attenzione dell’assessore regionale Marco Luchetti durante l’incontro fissato per discutere della vicenda Agroalimentare».

Paola Pieragostini



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Ladri-vandali nella notte alla NewLife mettono sottosopra l'ufficio della palestra Successivo Minaccia l’arbitro dopo la partita, lo insegue in auto e lo blocca al semaforo