Amodeo è un cecchino, la Civitanovese affonda il Matelica ‘grandi firme’

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Civitanova Marche (Macerata), 7 settembre 2014 – Da buon capitano, bomber Amodeo conduce la Civitanovese (foto) alla vittoria contro il Matelica grandi firme. Esordisce con il piede giusto il team rossoblù di fronte a un buon pubblico che ha gremito le scalee del “Polisportivo Comunale”.

La Civitanovese tesaurizza in maniera ottimale la rete messa a segno dall’attaccante ex Piacenza alla mezzora spezzando così il buon momento degli avversari.

Il Matelica, forte di una maggiore amalgama rispetto ai rivieraschi, era di fatti partito meglio tenendo il boccino e costringendo in un paio di casi il reparto arretrato locale agli straordinari. I biancorossi di Gianangeli hanno però commesso un errore capitale: lasciare solo Giovanni Amodeo. Infatti quando l’estroso Degano cesella sulla sinistra un delizioso monile, il cecchino rossoblù, appostato sul palo lungo, ha tutto il tempo di caricare il piatto e deporre la sfera alle spalle di Spitoni.

 

Il tabellino

Civitanovese – Matelica 1-0

Civitanovese: Agresta, Ficola, Cibocchi, Bensaja, Gialloreto (38’ st Aquino), Cossu, Ruzzier, Della Penna (25’ st Ferrini), Amodeo (31’ st Mengali), Degano, Pintori. A disposizione: Silvestri, Terlino, Vignieri, Forgione, Biagini, Margarita. All. Antonio Mecomonaco.

Matelica: Spitoni, Cesselon, Corazzi, Vitone (31’ st Gadda), Gilardi, D’Addazio, Mangiola, Lazzoni (16’ st Mandorino), Pazzi (16’ st Ambrosini), Cacciatore, Zivkov. A disposizione: Passeri, Ranucci, Lanzi, Scotini, Jachetta, Api. All. Franco Gianangeli.

Arbitro: Davide Moro della sezione di Schio (Abou Elkhayr di Conegliano, Cordella di Treviso).

Reti: 33’ pt Amodeo.

Note: spettatori 1.100 circa (paganti 1.054). Ammoniti Pintori (simulazione), Ficola (comportamento non regolamentare). Corner 1-4. Recupero 1’+5’.



Precedente Blog Grillo,perplessità su salvataggio Banca Marche Successivo Biancorossi Perfetti, il Celano capitola: la Maceratese parte col piede giusto