Amori segreti e scambi d’identità, va in scena «Sarto per signora»

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Macerata, 26 ottobre 2015 – Martedì 27 e mercoledì 28 ottobre Sarto per signora di Georges Feydeau diretto da Valerio Binasco e interpretato da un attore dalla grande verve comica come Emilio Solfrizzi e da una dama del grande teatro come Anita Bartolucci, attrice di razza che torna ad esibirsi sul palcoscenico della sua regione natale, inaugura la stagione 2015/2016 del Teatro Lauro Rossi di Macerata promossa dal Comune di Macerata e dall’Amat e realizzata con il contributo di Regione Marche e Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Con Sarto per signora – che concluderà la sua tournée marchigiana al Teatro della Fortuna di Fano dal 30 ottobre al 1 novembre – torna mercoledì 28 ottobre alle ore 18 presso la Civica Enoteca Maceratese Gente di Teatro, ciclo di incontri con le compagnie protagoniste al Teatro Lauro Rossi per approfondire e conoscere il processo creativo e quanto si nasconde dietro la realizzazione di uno spettacolo.

Scambi d’identità, sotterfugi, equivoci, amori segreti sono gli elementi base per questo divertente spettacolo. La commedia è ambientata a Parigi e narra del dottor Molineaux, fresco di matrimonio ma dai dubbi comportamenti coniugali. Il protagonista in questione, infatti, avendo un animo libertino, tradisce la moglie con un’avvenente signora e per poter incontrare la sua amante senza destare alcun sospetto si finge sarto, creando così una serie di simpatiche ed esilaranti gag che coinvolgono tutti i protagonisti della pièce.

“È talmente pura l’arte comica di Feydeau – afferma il regista Valerio Binasco – che molti miei colleghi ne restano imbarazzati. Io invece ritengo Feydeau uno dei più grandi autori del mondo. C’è una poesia tutta speciale, nell’arte di far ridere. Ed è la poesia dei ‘caratteri’. Dell’umanità stramba. Che si ficca in situazioni impossibili, e ne esce all’ultimo secondo con un impossibile balzo. È il balzo che tutti vorremmo saper fare. Lo sguardo di Feydeau sui temi più importanti della vita (come l’amore, il matrimonio, il successo sociale) è talmente immorale e superficiale, che sembra riscattare beffardamente la pesantezza della vita. Ha fatto scandalo ai suoi tempi, e in modo diverso continua a farlo. Un tempo era uno scandalo legato ad eccessive libertà sessuali. Oggi lo scandalo è intimo, quasi ideologico, e deriva non più dalla sua immorale superficialità, ma dalla sua capacità di suggerire un senso della vita talmente lieve e godibile, da farci desiderare di essere immuni da ogni peso, da ogni responsabilità, come tutti i suoi personaggi, del tutto immuni da qualsiasi senso di colpa”.

Completano il cast dello spettacolo – prodotto da ErreTiTeatro30 – Viviana Altieri, Barbara Bedrina, Fabrizio Contri, Cristiano Dessì, Lisa Galantini, Simone Luglio, Elisabetta Mandalari. La scena è di Carlo De Marino, le luci di Pasquale Mari, i costumi di Sandra Cardini e le musiche di Arturo Annecchino.

Per informazioni: biglietteria dei teatri 0733 230735, www.amatmarche.net.

Inizio spettacoli: Macerata ore 21, Fano venerdì e sabato ore 21 domenica ore 17.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Spinetoli: tre giornate di formazione agli studenti, ma l'università non c'è più Successivo FABRIANO - TENTA IL SUICIDIO, SALVATO DA 118 E POLIZIA