Anche 11 piazze marchigiane celebrano la "Giornata nazionale sulla Sla"

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 16 settembre 2015 – Tutti in piazza contro la Sclerosi laterale amiotrofica, ovvero la Sla malattia degenerativa dovuta a un processo atrofico che colpisce elementi del sistema della motilità volontaria, provocando la paralisi progressiva degli arti e dei muscoli della deglutizione. 

Domenica 20 settembre i volontari di Aisla saranno in 150 piazze italiane per l’VIII Giornata nazionale sulla Sla, con l’obiettivo di far conoscere la Sclerosi Laterale Amiotrofica e raccogliere fondi per l’assistenza dei malati che in Italia sono oltre 6.000. Anche 11 piazze marchigiane aderiscono all’iniziativa: Ancona (Piazza Roma); Numana (Piazza del Santuario); Sirolo (sia in Piazza Vittorio Veneto che nella frazione di Coppo); Porto San Giorgio (Piazza della Stazione); Fano (Palazzo Gabuccini lungo Corso Matteotti); Pesaro (Piazza del Popolo); Ascoli Piceno (Piazza del Popolo); Casette Verdini – Pollenza (Piazzale della Chiesa della Sacra Famiglia);Chiesanuova Treia (Piazzale della Chiesa di San Vito e Patrizio); Urbisaglia (Piazza Garibaldi).

Aisla Onlus è nata nel 1983 con l’obiettivo di diventare il soggetto nazionale di riferimento per la tutela, l’assistenza e la cura dei malati di Sla, favorendo l’informazione, la ricerca e la formazione sulla malattia e stimolando le strutture competenti a una presa in carico adeguata e qualificata dei malati. L’Associazione attualmente conta 60 rappresentanze territoriali in 19 regioni italiane e circa 2000 soci grazie al lavoro di 250 volontari e di 9 collaboratori. L’iniziativa arriva a un anno dal successo dell’Ice Bucket Challenge che ha permesso di raccogliere 2,4 milioni di euro nel 2014. Grazie a queste donazioni AISLA ha potuto sostenere progetti di ricerca scientifica sulla Sla e di assistenza alle persone con Sla e alle loro famiglie.“Grazie alla scorsa edizione della Giornata nazionale e al successo dell’Ice Bucket Challenge – commenta Massimo Mauro, presidente di Aisla - la nostra associazione ha potuto aiutare nell’ultimo anno 2.000 persone con progetti d’assistenza mirati e sostenere AriSla, la Fondazione Italiana di Ricerca per la Sclerosi Laterale Amiotrofica, che è riuscita a finanziare, così, ben 15 progetti di ricerca scientifica sulla Sla. Iniziative come la Giornata Nazionale contribuiscono a portare al centro dell’attenzione le persone con Sla che spesso faticano a vedere riconosciuti i loro diritti”

L’iniziativa nelle piazze prende il nome di “Un contributo versato con gusto”: con un’offerta di 10 euro sarà infatti possibile ricevere una bottiglia di vino Barbera d’Asti Docg oppure una confezione di taralli napoletani prodotti artigianalmente. Grazie al sostegno di Regione Piemonte, del Consorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato e della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, i volontari AISLA potranno portare nelle 150 piazze coinvolte oltre 12.000 bottiglie di vino. A queste si aggiungeranno le 2.400 confezioni di taralli napoletani.
 
I fondi raccolti saranno utilizzati da Aisla per l’Operazione Sollievo, il progetto che si propone di migliorare la qualità della vita dei malati attraverso aiuti concreti come contributi economici alle famiglie che devono rivolgersi a una badante per garantire assistenza continua a domicilio alla persona con Sla o che devono acquistare o noleggiare strumenti costosi come i comunicatori, i dispositivi tecnologici che permettono alle persone con Sla di comunicare anche nelle fasi più avanzate della malattia. Aisla ha stimato che i costi per un’adeguata assistenza domiciliare alle persone con Sla in condizioni gravi o gravissime possono superare i 100mila euro all’anno.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Pesaro, le cucine Berloni sbarcano in Turchia: accordo firmato Successivo Associazioni, Regione ripristini Fondo sociale 2015