Anche tanti italiani e padri separati al pranzo della solidarietà

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Macerata, 24 dicembre 2014 – Tanti italiani, probabilmente addirittura più degli stranieri, e molti padri separati tra i circa 250 commensali della trattoria «Da Ezio» per il pranzo della solidarietà del 24 dicembre.

«E’ andata molto bene», dice Marco Montecchiani, figlio della ‘mitica’ Mirella, cuoca e padrona di casa. Sono serviti i rinforzi, sia in cucina che in sala, arrivati grazie alla disponibilità dell’istituto alberghiero Varnelli di Cingoli. Il menu era da leccarsi i baffi: spaghetti con le vongole, risotto alla marinara, pesce arrosto, brodetto alla maceratese, patate, insalata, dolce, frutta e caffè.

Per concludere, anche un pacco regalo. Come sempre, non è mancato qualcuno che, in forma anonima, ha voluto dare il proprio contributo per sostenere il pranzo della solidarietà.

L’iniziativa è arrivata alla 18ª edizione e, in qualche modo, rappresenta uno specchio dei cambiamenti sociali della nostra città: se prima, infatti, a tavola c’erano soprattutto stranieri e anziani, ora la situazione è cambiata. Non è mancata la visita del sindaco Romano Carancini



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Solidarietà a tavola ​da "Ezio" con Mirella ai fornelli Successivo Sfondano il cancello e svuotano il capanno degli attrezzi