Ancona e Teramo si dividono la posta: 1-1

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 31 gennaio 2015 – Senza Tulli e capitan Bondi l’Ancona non va oltre lo 0-0 contro il Teramo. Nell’arco dei novanta minuti, inoltre, i biancorossi perdono anche Di Dio per infortunio, ma sull’esito della gara pesa anche l’operato dell’arbitro Rossi di Rovigo, che verso la fine del primo tempo non se la sente di estrarre il secondo cartellino giallo nei confronti di Perrotta per un chiaro fallo da ammonizione che giunge pochi minuti dopo il primo cartellino. L’arbitro completa la sua serata no espellendo nei minuti di recupero Dierna per un fallo da ultimo uomo che vede solo lui. Tutto considerato è dunque un buon punto, quello che conquista la squadra di Cornacchini, che contro la seconda in classifica lotta sino in fondo, in una gara avara di emozioni ma giocata con tanto agonismo, correndo qualche pericolo in cui Lori ci mette del suo, ma non rinunciando mai a provare a offendere. Le assenze di Tulli e Bondi pesano sul rendimento dell’attacco dorico, in cui Paponi e Tavares lottano senza trovare mai lo spazio utile per una conclusione. Da segnalare l’esordio di Bacchetti in biancorosso negli ultimi minuti di una gara non bella, ma che porta comunque un punto all’Ancona. Poche le vere occasioni da gol del match: al 27’ Lapadula calcia da fuori area, Lori si salva in angolo. Al 33’ si vede Paponi, slalom e destro debole in corsa, blocca Tonti. La ripresa è una partita a scacchi, Paponi prova a sbloccare il match al 20’, ma il suo sinistro ha poca fortuna. Al 30’ Scipioni di testa impegna Lori in un bel salvataggio in angolo. Al 40’ ancora Speranza di testa impegna il portiere biancorosso. Al 41’ ci prova Morbidelli dal limite con palla fuori di poco. Al 43’ forse la migliore occasione dell’Ancona ce l’ha sui piedi Di Ceglie che su respinta di Caidi calcia bene verso la porta del Teramo, bel destro che sfiora il palo alla sinistra di Tonti.

Ancona-Teramo 0-0

Ancona (4-3-1-2): Lori; Di Dio (8’ st Morbidelli), Dierna, Mallus (44’ st Bacchetti), D’Orazio; Camillucci, Sampietro, Di Ceglie; Parodi; Tavares, Paponi (38’ st Cognigni). A disp. Aprea, Cangi, Paoli, Arcuri. All. Cornacchini.

Teramo (3-5-2): Tonti; Caidi, Speranza, Perrotta (1’ st Diakite); Scipioni, Di Paolantonio (42’ st Bucchi), Amadio, Cenciarelli, Di Matteo (19’ st Masullo); Lapadula, Donnarumma. A disp. Narduzzo, Brugaletta, Milicevic, Petrella, Bucchi. All. Vivarini.

Arbitro: Rossi di Rovigo.

Note – Ammoniti: Di Ceglie, Di Dio, Perrotta, D’Orazio; espulso: Dierna al 49’ st per fallo da ultimo uomo su Lapadula; spettatori: 1400 paganti più 678 abbonati; recuperi: 1’ + 5’. Prima della partita osservato un minuto di silenzio in memoria del giornalista Mario Cori, storica firma del Resto del Carlino dai primi anni Settanta, deceduto pochi giorni fa.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

I commenti sono chiusi.