Anfiteatro Rastatt allagato nel giorno del saggio di danza, i maestri: "E’ una vergogna"

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Fano (Pesaro e Urbino), 20 giugno 2015 – Scarichi intasati da ciottoli e fogliame. S’allaga l’anfiteatro Rastatt nel giorno del saggio di fine anno della scuola di danza World Dance Institute di Fano. Brutta sorpresa questo pomeriggio per i maestri Angela Caruso e Stefano Bonci, che giunti in Sassonia con le infradito ai piedi per un sopralluogo prima di montare il palco per la prova generale delle 17, si sono ritrovati alle 13 a dover fronteggiare un’emergenza. Tre dita d’acqua e fango che gorgogliavano dagli scarichi della cavea dell’anfiteatro. “Abbiamo chiamato subito in comune – dice sconsolata Angela, con i piedi a mollo e un secchio bianco in mano con cui carreggia l’acqua -, ma capirai… il sabato non ti risponde nessuno. Allora abbiamo chiamato i pompieri, che poverini sono venuti ma ci hanno detto che non possono fare niente”.

Mentre il marito si lamenta, con una pala in mano e un mucchio di sassi e fango appena tirati su dallo scarico, i pompieri sono schierati sui gradini del giardino d’accesso a prestare un supporto psicologico. “Non possiamo fare nulla, non è per cattiveria – dice il capo squadra Massanelli – le nostre pompe non pescano così poca acqua e non possiamo rischiare di romperle”. Già ci sono una serie di difficoltà, più volte denunciate dal sindacato dei Vigili del Fuoco, che gravano sul parco macchine e la caserma.

“Io già pago le tasse – sbotta Bonci – non tocca a me fare anche questo. Non è possibile che si tengano le cose pubbliche così. E’ vergognoso. Ci fanno fare la raccolta differenziata e poi guarda che schifo che c’è qui dentro” dice tirando su la melma con la pala. “Speriamo di riuscire a montare il palco e fare lo spettacolo – aggiunge Angela continuando a travasare l’acqua da dentro a fuori l’anfiteatro -, perché abbiamo speso un sacco di soldi. Chi ce li ridà? Abbiamo chiesto il suolo pubblico tramite il Comitato Sassonia che ci ha dato l’Anfiteatro Rastatt gratis, ma abbiamo i costi di luce e service. Non è poco”.

“Dai, proviamo lo stesso – il comando dato a quel punto da Massanelli ai suoi ragazzi – e speriamo che non si rompa niente”. Così è stato. Grazie all’intervento dei vigili del fuoco, seppure con un po’ di ritardo sulla tabella di marcia, la scuola di Danza ha potuto montare il palco e fare le prove in attesa dello spettacolo di questa sera alle 21.15. “Non sarebbe propriamente di nostra competenza – sottolinea Massanelli -, ma cosa fai… non li aiuti? Tanto più che è un evento culturale patrocinato dal Comune”.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Trivellazioni in Adriatico, la campagna "No oil" sbarca anche nelle Marche Successivo Festival Lo Spirito e la Terra