Anziana cade dalla scala in giardino, muore dopo quattro ore di agonia

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Civitanova Marche (Macerata), 12 giugno 2015 – Cade dalla scala nel giardino della sua villetta, in località Tirassegno, le condizioni appaiono subito gravi, interviene l’eliambulanza che la trasporta a Torrette, ma a nulla vale l’intervento dei sanitari. È morta così Nadia Papili, tre giorni dopo aver compiuto settant’anni, età che portava con disinvoltura, nonostante la vita non le avesse risparmiato sofferenze.

Nadia era la moglie di Giorgio Luzi, artigiano in pensione appassionato d’arte, titolare della galleria Centofiorini della città alta. Un incidente la cui dinamica è ancora tutta da ricostruire. Era da poco passato mezzogiorno quando è avvenuto l’incidente. Pare sia stato il marito Giorgio ad accorgersi del fatto e a portarle i primi soccorsi. Quindi la chiamata al 118: l’intervento è stato immediato.

Nadia è stata portata all’ospedale dove già si era provveduto ad allertare l’eliambulanza. Immediato il trasferimento a Torrette: intorno alle 16 il decesso. Una morte assurda che ha destato incredulità e sconcerto. La famiglia Luzi è notissima a Civitanova, come lo sono i Papili, storica famiglia di artigiani della sedia. Il padre Igino era preside, mentre Nadia era ragioniera e a lungo aveva lavorato alla Falc-Naturino/Cantine Fontezoppa, di cui è amministratore il cognato Piero Luzi. Da qualche anno era andata in pensione, come in pensione era il marito Giorgio. Oltre al marito, lascia 4 figli: Carlo, Alessandro, Marco e Federica.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Emergenze in mare, entra in azione la Croce Rossa di Marotta Successivo Senigallia, la prof dà 10+ alla studentessa, la preside trova nel compito ben 11 errori