Anziana investita da un’auto pirata, nessuno la soccorre

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Tolentino (Macerata), 16 giugno 2015 – Stava per raggiungere l’altra parte della strada, attraversando sulle strisce, quando un’auto l’ha investita passandole sopra il tallone, mentre era di spalle. Il conducente non l’ha soccorsa, lei ha tentato di chiedere aiuto ma non ha trovato nessuno ed è stata costretta a tornare a casa da sola, a piedi, lasciando dietro di sé una scia di sangue. E’ successo lunedì mattina, intorno alle 11.30, in centro, nel primo tratto di via Fabio Filzi, all’inizio della discesa. La vittima, una donna di 91 anni e mezzo che, malgrado lo spavento e l’intervento immediato al tallone, è fuori pericolo ed è riuscita solo con le proprie forze a raggiungere la sua abitazione in via Santa Maria e a chiamare la figlia per essere portata in ospedale. L’anziana non è riuscita a vedere l’auto che l’ha colpita per poi scappare perché sarebbe arrivata a gran velocità – stando al suo racconto – mentre lei aveva quasi raggiunto l’altra sponda. Solo il piede destro era rimasto indietro, il cui tallone è stato travolto completamente. E’ riuscita a non cadere a terra sull’asfalto solo grazie al palo del semaforo. Al di là dell’ematoma sul gomito, è stato necessario un intervento di ricostruzione della pelle del tallone nel reparto di chirurgia a ciclo breve dell’ospedale di Tolentino. Non è rimasta ricoverata perché la ferita non ha intaccato l’osso, ma non può appoggiare il piede e dovrà tornare al controllo del livello del ferro per aver perso molto sangue. Ciò che risulta più assurdo ai familiari è come sia stato possibile che in pieno giorno e a pochi passi da piazza nessuno abbia visto una 91enne che zoppicava e si trascinava per strada. La nonnina infatti, autosufficiente e lucida, dice di aver gridato contro l’auto che l’aveva appena investita e di aver chiesto aiuto. Le tracce di sangue sono state lasciate per tutto il tragitto, ma neanche un passante o un automobilista si sarebbe accorto di niente. La famiglia ha avvisato i carabinieri della caserma locale, che hanno fatto partire le indagini avvalendosi delle telecamere di videosorveglianza.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente A Maggio pioggia raddoppiata rispetto alla media Successivo Stadio, la tribuna est in stile Modena pronta per il campionato 2016/2017