Anziano si addormenta, si sveglia senza vestiti e senza auto

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Castelplanio (Ancona), 3 febbraio 2015 – «Quando mi sono svegliato non ho trovato i vestiti in fondo al letto dove li avevo lasciati la sera prima, li ho trovati fuori della porta e solo allora ho capito che ero stato derubato». Vive solo l’anziano derubato nel sonno nella notte tra domenica e lunedì, in una zona residenziale di Castelplanio. «Pensavo di stare sicuro e invece non basta nemmeno più il portone blindato, ma non so dire come non mi sono accorto di nulla» lamenta. Poco dopo il risveglio e aver scoperto che nei pantaloni non c’era più il portafogli l’anziano ha ricevuto la chiamata della polizia municipale: «La sua auto è stata trovata in un fosso» diceva l’agente dall’altra parte della cornetta.

Su segnalazione degli operatori di Jesiservizi che effettua la pulizia delle strade e la raccolta dei rifiuti, una pattuglia della polizia municipale ha rinvenuto nella prima mattina di ieri, nel fosso in zona Piandelmedico, la Opel corsa che l’anziano la sera prima aveva parcheggiato in garage. Probabilmente a causa del fondo ghiacciato e dell’alta velocità, i ladri dopo il colpo nella casa dell’anziano e uno tentato poco distante, sempre a Castelplanio, sono finiti fuori strada, terminando la corsa nel fossato vicino alla Cooperlat Tre Valli. Non riuscendo a rimettere in carreggiata l’auto, i ladri hanno abbandonato l’utilitaria, dandosi alla fuga a piedi nella notte. La Polizia municipale ha provveduto a recuperare il mezzo, contattare il legittimo proprietario a cui è stata poi restituita e trasmettere gli atti alle autorità competenti. Indagano i carabinieri, non si esclude che l’anziano possa essere stato narcotizzato anche se lui non ha lamentato mal di testa o stordimenti al risveglio, né durante la movimentata mattinata.

Sono entrati in azione praticando, probabilmente con un trapano senza fili, un foro nella porta finestra che si trova a piano terra. Si indaga anche per capire se la banda sia la stessa che è entrata in azione nel week end a Pianello, Morro d’Aba e Comuni limitrofi. L’incubo dei ladri, dopo una piccola tregua, sembra essere tornato.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Addio a Demetrio Ferri stroncato a Mosca da un infarto Successivo Roma. Cerimonia di Giuramento del Capo dello Stato