Area camper, Bartolozzi: «Spostiamola e sia a pagamento»

Area camper fabriano

FABRIANO «L’AREA CAMPER va sistemata altrove attrezzandola a dovere e mettendola a pagamento perché è assai meglio pagare per un servizio che ricevere gratis un disservizio». E’ la proposta di Mauro Bartolozzi, presidente della Confcommercio cittadina ma anche camperista di lungo corso, dopo il caso sollevato dal Carlino sull’attuale zona di sosta nei pressi dello stadio comunale in cui in caso di pioggia il fondo sterrato puntualmente si trasforma in una sorta di palude dove i caravan rischiano di impantanarsi. In Comune contano di correre ai ripari cercando nuovi fondi per la pavimentazione, ma da Bartolozzi arrivano indicazioni diverse. «Già nel 2006 afferma la famiglia Fedrigoni era disposta a dare in usufrutto gratuito l’area di proprietà delle Cartiere in zona Santa Maria Maddalena nei pressi del bocciodromo. Quello sarebbe tuttora un luogo idoneo come potrebbe esserlo una parte del parcheggio del Torrione da riservare ai camper. Aree già pavimentate e in zona centrale dove servono pochi investimenti per i servizi e in cui si può pensare a una sosta a pagamento ma, appunto, con tutte le strutture del caso. Il progetto dell’area camper negli impianti sportivi è miseramente fallito perché la zona non è solo paludosa, ma anche buia e troppo periferica senza alcun tipo di servizio di bus navetta. C’è già stata troppa pubblicità negativa per Fabriano in giro per l’Italia in quanto un turista su tre gira in camper e spesso si scambia informazioni con i tantissimi colleghi, definendo quella fabrianese un’area di sosta quanto mai sconsigliabile».

FONTE IL RESTO DEL CARLINO – Alesssandro Di Marco-

Precedente Fabriano - Il coraggio di Valentina, da mamma a imprenditrice. Successivo Export alimentare cresce ma manca brand