AREE PROTETTE DELLE MARCHE, TERZONI (M5S): “CERISCIOLI LE VUOLE MORTE. QUALCUNO LO SVEGLI E LO RIPORTI ALLA LUCIDITA’”

patrizia terzoni

IL BORGHIGIANO FABRIANO IL BLOG DELLE MARCHE – Riceviamo e pubblichiamo -“Il presidente delle Marche Ceriscioli comincia a fare quasi tenerezza: in sella da poco più di sei mesi, non ne azzecca una neanche per sbaglio. E con lui il PD marchigiano. L’ultimo colpo di genio del nocchiero di Palazzo Raffaello porterà le aree protette della regione alla paralisi”.

E’ quanto afferma, in una nota, la portavoce del Movimento 5 Stelle presso la Camera dei Deputati On. Patrizia Terzoni.

“Il menefreghismo totale in tema di riserve naturali – prosegue –  è una costante in casa Dem: il governo Renzi nella Legge di Stabilità 2016 si è già fatto beffa della “direttiva habitat”, e per il mancato rispetto della stessa l’Ue ci tira le orecchie un giorno sì e l’altro pure. Quanto accade nelle Marche però è inconcepibile: ai parchi nostrani, già zavorrati da una netta cura dimagrante nel 2015, nell’assestamento di bilancio della giunta regionale vengono destinati 1,2 milioni a fronte dei 2,1 previsti. Un colpo di scure di quasi il 50%, che per morti di essi significherà morte pressoché certa. Come M5S, chiediamo al governatore di ritrovare una briciola di lucidità e di tornare indietro rispetto a questa decisione, che anche il consiglio regionale ha avvallato senza colpo ferire. Questi sono gli ultimi giorni utili: le Marche non possono permettersi il lusso di far morire i propri parchi, volano per il turismo e patrimonio naturalistico di tutti. La natura è ingrediente fondamentale del nostro territorio: soltanto a Luca Ceriscioli sfugge questo elemento. Le normative comunitarie dicono a chiare lettere che gli investimenti sulle aree protette vanno aumentati, non decurtati: nelle Marche ogni volta che c’è da sforbiciare si colpisce l’ambiente in maniera sistematica, e questo noi non lo possiamo permettere. I lavori in regione proseguiranno fino a mercoledì: il presidente faccia a se stesso e ai marchigiani un bel regalo di Natale e reinserisca i fondi destinati ai parchi. Dopo sei mesi di passaggi a vuoto di una giunta già allo sbaraglio, sarebbe una mossa che i cittadini meritano”.

COMUNICATO STAMPA

Precedente Incidenti lavoro, un morto Successivo Ruba 200 pipe 'Mastro de Paja'