Arengo: centonovanta candidati per due posti da assistente sociale

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli-Piceno, 6 novembre 2015 – La carica dei 190. Tante saranno le persone che si presenteranno venerdì 20 novembre alla sala congressi della Camera di Commercio per la prova preselettiva del concorso pubblico per due posti di assistente sociale a tempo indeterminato e part time al 50% da assegnare al settore sociale del Comune di Ascoli.

L’amministrazione ha comunicato l’elenco degli ammessi a questa prima fase, dalla quale sono stati esclusi in 14: un vero e proprio fiume di candidati per ottenere un posto da assistente sociale. Un numero che restituisce la dimensione di quanto sia viva l’emergenza occupazionale sul territorio e di come i concorsi pubblici richiamino un numero così elevato di candidature. I candidati che supereranno la preselezione, il cui esito sarà comunicato entro il giorno successivo, dovranno poi sostenere le prove scritte, che saranno articolate in due sessioni, rispettivamente il 24 e il 27 novembre. Nella convocazione alla prova preselettiva, il Comune ha specificato che la mancata presentazione il 20 novembre e, per chi avrà superato la preselezione, alle successive prove, sarà considerata rinuncia alla selezione con conseguente esclusione dalla procedura. La preselezione era prevista già nel bando, qualora le domande di partecipazione fossero state più di trenta: solo dopo questo primo step si apriranno le prove di selezione. Il passaggio del 20 novembre servirà solo per valutare l’ammissione alle prove successive e non verrà considerato ai fini del punteggio finale della graduatoria di merito della selezione. La valutazione dei titoli e dei curriculum avverrà tenendo conto dei titoli di servizio e di studio. Al termine della selezione si procederà alla formazione della graduatoria dei candidati ritenuti idonei, formata secondo l’ordine decrescente del punteggio ottenuto sommando il voto conseguito nelle prove scritte, il punteggio riportato nella valutazione dei titoli e il voto conseguito nella prova orale, dopo valutazione, a parità di punteggio, dei titoli di precedenza e preferenza.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle

Precedente Pesaro, ancora furti nei cimiteri: razziati i fiori freschi del Giorno dei morti Successivo Altre minacce ai vigili: "A presto, uno alla volta"