Armato di coltello rapina un bar e scappa con cinquemila euro

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Porto Sant’Elpidio (Fermo), 15 febbraio 2016 - «Un gran bel regalo di compleanno mi hanno fatto». È iniziata nel modo peggiore una giornata che doveva essere di festa per Susanna, ragazza di nazionalità slovacca che ieri mattina, intorno alle 7,10, si è vista puntare un coltello alla gola da un rapinatore che è entrato nel Bar Pietro (lungo la Statale, zona Marina Picena) intimandole di consegnargli l’incasso della nottata: circa 5mila euro. «E’ entrato con sicurezza per fare la rapina», racconta ancora scossa e provata la ragazza che, nonostante l’enorme spavento, una volta denuciato il fatto e dopo che sul posto sono accorsi gli agenti della polizia (e della scientifica), è rimasta dietro al bancone a servire gli ignari clienti della domenica mattina.

La ragazza stava sistemando le brioches per le colazioni, quando ha visto una persona entrare e dirigersi verso di lei ma, lì per lì non gli ha dato peso, pensando si trattasse di un cliente. Poi, alzando gli occhi, si è trovata davanti un uomo, col volto travisato da un passamontagna che, minacciandola con un coltello (la cui lama poteva essere lunga 20-25 cm), le ha ordinato di aprire la cassa e consegnargli l’incasso. Per essere più convincente, ha puntato il coltello all’altezza della gola della giovane che, terrorizzata, gli ha consegnato i soldi.

Una somma cospicua considerato che il bar è aperto 24 ore su 24, per cui c’erano i proventi della vendita di sigarette e delle consumazioni delle nottata. Arraffati i soldi, il rapinatore è uscito e si è allontanato a piedi, in direzione nord dove forse c’era un complice ad attenderlo. Dalle poche parole che ha pronunciato, sembra si tratti di un italiano, la cui età dovrebbe aggirarsi tra i 35 e i 45 anni. «In quel momento, nel bar non c’era nessuno a parte un cliente che però stava nella sala slot, sul retro e che, perciò, non si è accorto di nulla», prosegue la ragazza. Tanto lo spavento, tanta la solidarietà espressa dai clienti che arrivavano per le colazioni e apprendevano dell’accaduto.

Npn è la prima volta che il Bar Pietro viene rapinato. «È accaduto l’estate scorsa – racconta un parente del titolare – erano in due, uno con il casco, l’altro senza stava fuori a fare da palo. Hanno rubato l’incasso dei tabacchi. Il fatto è che se non trovano niente, che può capitare a chi si trova dietro al bancone? Ma ormai, fatti simili accadono ad ogni ora della notte e del giorno».

Sulla rapina indaga il commissariato che potrà contare su qualche elemento utile fornito dalle telecamere.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente «E’ tutte nu cemetere» vince il Carnevale di Ascoli Successivo Stadio campioni anche d'eleganza, ecco chi è il loro sarto