Arrestato davanti a casa: è accusato di associazione a delinquere

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Marotta (Pesaro Urbino), 5 dicembre 2015 - LO HANNO atteso all’alba davanti a casa e appena è uscito è scattato l’arresto. Manette ai polsi per un 39enne di origini palermitane residente da tempo a Marotta: si tratta di Francesco Maenza, conosciuto in zona come pescatore.

Ad arrestarlo sono stati i carabinieri della stazione marottese, agli ordini del maresciallo Giuseppe Zocchi, nell’ambito di un’ampia operazione guidata dal Ros di Ancona denominata ‘Nuovo Orizzonte’ che ha portato alla carcerazione complessiva di 12 persone tra Marche, Piemonte, Lombardia e Puglia.

OPERAZIONE che ha consentito di sgominare un’organizzazione criminale senza scrupoli che aveva il suo quartier generale a Porto Recanati e che svolgeva un’intensa attività di spaccio di sostanze stupefacenti (principalmente cocaina e hashish) tra Pesaro e Macerata; reperite in particolare a Torino e a Milano. I reati ipotizzati sono quelli dell’associazione a delinquere finalizzata non solo al traffico di droga, ma anche alla commissione di rapine, estorsioni ed altri delitti aggravati dall’utilizzo di armi.

s.fr.

 

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Schiamazzi in centro, raccolta firme dei residenti Successivo I tagli colpiscono anche i patronati, a rischio pratiche e posti di lavoro