Arrestato l’ex rossoblù Entrico Piccioni

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

San Benedetto, 21 settembre 2015 – I carabinieri di San Benedetto hanno arresto ieri a Ripatransone Enrico Piccioni, dando esecuzione eseguito un ordine di carcerazione della Corte di Appello di Ancona. L’accusa contro l’ex allenatore e giocatore della Samb è bancarotta fraudolenta per il fallimento del Pesaro calcio nel 2004 di cui assune la guida tecnica a ottobre e vi rimase fino al marzo 2005. Il vicino fallimento societario nell’estate successiva, porta ad un cambio di dirigenza con Piccioni presente nel doppio ruolo di dirigente ed allenatore: tuttavia la Vis Pesaro non presentò le documentazioni necessarie e venne esclusa dal calcio professionistico, dovendo ripartire dalla Promozione. Nel dicembre 2007, quando era allenatore della Samb, venne arrestato con l’accusa di bancarotta documentale relativa al fallimento della Vis Pesaro. Nonostante ciò non viene sollevato dall’incarico dalla società marchigiana, che affida momentaneamente la squadra al vice Scarpantoni, e dopo 13 giorni di carcere Piccioni viene scarcerato potendo così riprendere in mano le redini della squadra, almeno fino a marzo quando viene esonerato. All’inizio della stagione successiva è di nuovo sulla panchina della Sambenedettese, venendo esonerato nel gennaio 2009 e prende la guida del Botev Plovdiv, squadra della massima serie bulgara, la società bulgara chiude all’ultimo posto nel campionato ed a fine giugno dichiara il proprio fallimento. Adesso si trova rinchiuso nel carcere di marino del tronto dove sconterà 3 anni e cinque mesi di pena.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Caporossi comandante provinciale Cc Ancona Successivo Ok Commissione a pdl revoca presidente