Ascoli: "Dal Teramo solo accuse diffamatorie"

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli, 18 agosto 2015 – L’Ascoli Picchio va al contrattacco, dopo la nota diffusa dal Teramo Calcio, a poche ore dalla sentenza di primo grado sulla presunta combine della gara dello scorso campionato di Lega Pro con il Savona. Nel comunicato viene manifestata la “convinzione di vedere prosciolto il proprio presidente Luciano Campitelli e, quindi, vedersi confermata la promozione in serie B”. Il Teramo afferma anche che l’Ascoli deve essere giudicato per un illecito sportivo in relazione alla partita di Santarcangelo. Affermazione falsa, almeno allo stato attuale degli atti.

E così l’Ascoli, sul proprio sito si dice certo che “ il Tribunale Federale emetterà la sentenza in conformità alle risultanze probatorie emerse nel corso del processo”. La squadra marchigiana afferma inoltre di sentirsi “gravemente lesa dalle dichiarazioni apparse sul comunicato del Teramo Calcio” e per questo “i legali dell’Ascoli Avv. Grassani ed Avv. Celani si riservano ogni azione idonea a tutelare l’immagine dell’Ascoli Picchio”.

“E’ doveroso precisare – si legge sulla nota dell’Ascoli – che il predetto comunicato contiene notevoli inesattezze (distacco in classifica di 4 e non 5 punti tra i due club, avvisi di garanzia mai ricevuti dall’Ascoli Picchio), insinuazioni ed accuse diffamatorie (riferimento ad imprecisate “fonti interne federali” ed “introdotte conoscenze”, “disonorevole etica”) ed è opportuno ricordare che la vicenda giudiziaria nei confronti del Teramo non si deve certo all’iniziativa dell’Ascoli che, in qualità di controinteressata e parte lesa, non ha presentato alcuna denuncia, ma due lettere di significazione tese all’adozione, in tempi rapidi e ragionevoli, di tutte le determinazioni idonee a garantire e preservare la regolarità del campionato relativo alla stagione 2015/2016”.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente In arrivo 350 profughi, la Prefettura lancia il bando per l’accoglienza Successivo Corridonia, precipita col parapendio E' ricoverato in gravi condizioni