Ascoli, in marcia contro il degrado: «Fermiamo i barbari»

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli, 15 febbraio 2016 – Quasi ottanta persone, ieri mattina, hanno aderito alla manifestazione contro il degrado cittadino promossa dall’artista ascolano Dante Fazzini, il quale un mese fa aveva anche organizzato la ‘torciolata’ di protesta nei confronti dell’illuminazione a led. Si è trattato di una passeggiata dimostrativa in quelle vie del centro caratterizzate dalle mura imbrattate, sulle quali i partecipanti hanno affisso, a loro volta, dei cartelli ironici e polemici rivolti proprio agli imbrattatori. Da «Basta scritte» a «ci avete stancato», fino a «tuteliamo la bellezza della nostra città» e «mbrattete li case vostre», sono tante le frasi che da ieri mattina campeggiano sopra alle scritte dei vandali. La pioggia caduta nel corso della mattinata, però, ha influenzato la riuscita dell’iniziativa, che si è conclusa di fatto a metà strada, un po’ in anticipo rispetto alla tabella di marcia prevista. Molto probabilmente la manifestazione verrà replicata domenica prossima.

«Vogliamo offrire una risposta alla cultura dell’imbrattare, distruggere e mortificare la nostra pietra – ha spiegato Dante Fazzini –. Il nostro intento non è quello di fare polemica politica, ma solamente di evidenziare lo stato di degrado in cui versa la città».

m. p.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Si è spento Ubaldo Pieralisi, da tutti considerato il "re delle automobili" Successivo «Omicidio-suicidio, tragedia annunciata»