Ascoli: subito la sfida con la Reggiana, poi con Bassano o Juve Stabia

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli Piceno, 11 maggio 2015 - Sarà la Reggiana l’avversario dell’Ascoli nel primo turno dei playoff di Lega Pro. Gara unica con supplementari e rigori in caso di parità e con il solo vantaggio, per i bianconeri piazzatisi come peggiore delle seconde, di giocare tra le mura amiche dello stadio Del Duca. L’ultima giornata del campionato non ha infatti cambiato quella che era la griglia che già la settimana scorsa si era delineata. Novara, Teramo e Salernitana in serie B direttamente, le altre otto a giocarsi l’ultimo posto in Cadetteria tramite gli spareggi. Nelle gare di ieri del Girone A, infatti il Novara ha vinto la sua sfida in trasferta a Lumezzane (0-1) e ha conquistato la promozione diretta in serie B.

Il Bassano che pure ha vinto contro il Feralpi Salò (3-1) e ha chiuso a pari punti con il Novara (74) ma alla fine farà i play-off a causa degli scontri diretti come seconda tra le seconde classificate (la migliore è il Benevento nel Girone C con 76 punti). Agli spareggi vanno anche il Pavia di Soncin (68 punti) e il Como (67). Questi quindi gli accoppiamenti. Benevento-Como e Matera-Pavia nella parte alta del tabellone, Bassano-Juve Stabia e Ascoli-Reggiana nella parte bassa. Domani nella sede della Lega Pro si deciderà quali squadre giocheranno sabato e quali domenica. In caso di passaggio del turno quindi l’Ascoli affronterà la vincente di Bassano (74)-Juve Stabia (70) in gare di andata e ritorno. Con i veneti si giocherà l’andata in casa, mentre se dovessero qualificarsi le vespe di Castellammare i bianconeri avrebbero il vantaggio di giocare al Del Duca la sfida di ritorno (24 e 31 maggio). Poi ci sarà la finale (7 e 14 giugno), e a parte il Benevento che si è piazzato come miglior seconda del torneo, l’Ascoli giocherebbe in casa la sfida di ritorno con qualsiasi altra avversaria. A proposito di Matera c’è ancora in sospeso l’inchiesta sui lucani per presunto illecito sportivo. Qualora venissero penalizzati cederebbero il posto alla Casertana.

Intanto le schermaglie sono già iniziate. In settimana il tecnico Alberto Colombo aveva lanciato messaggi bellicosi. «L’Ascoli, come tutte le squadre che affronteremo ha il dovere di vincere, anche perchè all’inizio dell’anno aveva programmi diversi rispetto ai nostri. La nostra idea è di essere un po’ la mina vagante dei playoff. L’Ascoli è una buonissima squadra, ha recupato dei giocatori importanti.  Però se vogliono vincere la partita devono anche scoprirsi e abbiamo visto nell’ultima gara giocata al Del Duca che qualche grattacapo glielo possiamo creare. Tutti vogliono affrontare la Reggiana? Proveremo a sfatare le scelte che le nostre possibili concorrenti cercano». Il dg Lovato rispose: «Anche a noi sta bene affrontare la Reggiana. Ripeto però che noi vogliamo vincerle tutte e andare in serie B. Il resto non ci interessa e contiamo sull’apporto del nostro pubblico».



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Tavullia si colora di rosso, Luca Marini accoglie la sfilata delle Ferrari Successivo Furto nell’autodemolizione, ladro beccato dal titolare