Ascoli, ultimatum a Di Carlo: o sceglie il Picchio entro stasera o arriverà un altro

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli, 3 novembre 2015 – Il Palermo non esonera Beppe Iachini, rinnovandogli la fiducia fino alla prossima sfida con il Chievo, e Mimmo Di Carlo si ritrova così a dover decidere: sposare il progetto dell’Ascoli, cioè il cosidetto ‘uovo oggi’, o aspettare il prossimo turno di serie A (la ‘gallina domani’ appunto) sperando in una chiamata di una big, che potrebbe essere il Palermo ma anche la traballante Udinese. Il problema, per lui, è che l’uovo oggi è sicuro: cioè, l’Ascoli ha già pronto un contratto (tra l’altro molto interessante, legato a un progetto, come noto, ambizioso come pochi in Italia). La gallina domani, invece, è tutta da vedere e potrebbe anche non arrivare mai. Inoltre, se inizialmente corso Vittorio aveva pensato di dare al tecnico altri quattro giorni, presentandosi quindi sabato a Vicenza con il traghettatore Bergamo, oggi il ds Marroccu ha detto chiaro e tondo al diretto interessato di fare la sua scelta entro questa sera. Al Romeo Menti l’Ascoli vuole andare con il suo nuovo tecnico. Di Carlo, che da ore non risponde più al cellulare, sta sfogliando la sua margherita, ma non gli resta molto tempo. Nel frattempo sono definitivamente usciti dalla lotta per la panchina sia Menichini che Diego Lopez (quest’ultimo in realtà mai preso seriamente in considerazione) e le alternative a Di Carlo si sono ridotte a due, con il 50% esatto ciascuna: Andrea Camplone e Devis Mangia. La lunga notte ascolana si chiuderà certamente con una fumata bianca. Ma sarà A, B o C?

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle

Precedente Ascoli, arrestato a un posto di blocco dopo avere tentato di strangolare l'ex Successivo Ricorso al Tas: Lorenzo sfida Rossi e anche la Yamaha