Assalto alla zona commerciale, provinciale intasata e sosta selvaggia

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Civitanova Marche (Macerata), 2 febbraio 2015 – Test di fuoco, ma superato ieri per la zona commerciale con la partita interna della Lube contro il Ravenna, vinta 3-1, iniziata alle 18, mentre si registrava la punta massima di affluenza al Cuore Adriatico, al Mercatone Uno e agli altri megastore. È stato l’assalto di diverse migliaia di auto concentrate nel comparto, ma la viabilità ha retto anche alla prova del deflusso. Folla dei tifosi smaltita in mezzora e già alle 20.30 l’area era decongestionata.

Niente caos, ma serata difficile per vigili urbani e volontari della protezione civile che hanno presidiato la zona perché, se lungo via Einaudi non ci sono stati intoppi, ha invece sofferto la provinciale maceratese. Le criticità sono state create non dal traffico diretto al palas, ma da quello degli utenti del centro commerciale. Anche se, come nella gara di esordio in Champions martedì sera, anche stavolta i parcheggi attorno al nuovo palasport sono ‘scoppiati’ rispetto all’affluenza (ieri quasi 5 mila persone) e i vigili urbani hanno dovuto transennare l’ingresso alle aree sosta attorno all’impianto, in sold out ancor prima del fischio di avvio della gara, con le macchine dei tifosi stipate ovunque, anche sopra i campi e perfino sulla piazzola dell’elisuperficie.

A quel punto la scelta di chiudere l’accesso e dirottare i veicoli nella zona parcheggi del centro commerciale, ma anche qui tutto esaurito nei park sotterranei, in quelli realizzati sul tetto e in quelli dei piazzali attorno al megastore. Nessun problema con i venditori ambulanti. Stavolta nessun mezzo ha potuto parcheggiare davanti al palasport per vendere bibite e panini, come era invece accaduto martedì, creando problemi e zuffe.

Una ordinanza era stata emessa in settimana dal sindaco per evitare l’esercizio di queste attività e un’apposita cartellonista avvertiva eventuali intenzionati che non non era consentito fermarsi. Uno soltanto ha fatto capolino, ma se ne è andato subito senza fare storie.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Dichiarazione d'amore di Asaf Avidan per il San Bartolo. "Lì ho una villa" Successivo Le doppie dimissioni sul tavolo Il Pd fa il summit di fronte a un bivio