Assenze in consiglio comunale, il record dell’ex sindaco Mobili

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Civitanova Marche (Macerata), 11 gennaio 2015 – Un pensiero alla tragedia francese con la matita sul taschino, simbolo del ‘Je suis Charlie’, esibita da Ivo Costamagna in apertura della conferenza stampa sul bilancio dell’attività istituzionale che subito dopo si rituffa in più prosaiche questioni di casa. E subito è polemica con Roberta Belvederesi, renziana critica con la giunta. Caustico il presidente del consiglio comunale: «Prendo atto della ricomparsa sulla scena politica della Belvederesi. L’ultima volta che l’ho vista era nella fila dell’Idv. Poco opportuno il suo intervento e se vuole fare la renziana, ho per lei l’hashtag giusto, #Robertastaiserena». Poi i numeri: 22 sedute del consiglio comunale convocate nel 2014 e 111 le delibere sfornate dall’aula che in quattro occasioni si è riunita in seduta aperta al pubblico per discutere di Croce Verde, Marò, conflitto Israelo-Palestinese e sicurezza. Sono state 21 le mozioni prodotte e 11 le conferenze dei capigruppo convocate. Insieme a Costamagna anche Daniele Angelini e Mirella Franco del Pd e Pierpaolo Rossi (Uniti per cambiare). Hanno illustrato l’attività delle commissioni, non senza evidenziare le criticità e la necessità di provvedimenti per riformare il funzionamento. Un tema che consente a Costamagna di legare alcune carenze anche a défaillance di dipendenti comunali. Da Rossi bacchettata ai consiglieri di opposizione e all’indipendente Livio De Vivo (ribadito che della maggioranza lui non fa più parte) per le assenze in aula o le presenze lampo, buone però a incassare il gettone. Altri numeri dell’attività istituzionale del 2014: organizzate 9 manifestazioni. Per il 2015 si concretizzerà il progetto ‘Cruzar el chargo’ in collaborazione con l’Università di Camerino, Avis, Liceo Leonardo Da Vinci, scuola di Camerino Dante Alighieri. Annunciata entro gennaio l’adozione di una delibera per il finanziamento del progetto con 10.000 euro, di cui 2.000 dal capitolo della Presidenza del Consiglio e 8.000 dal capitolo delle politiche culturali, a cui seguirà un successivo stanziamento per 30.000 euro. Quanto alle presenze in Consiglio, l’ex sindaco Massimo Mobili (Nuovo Centro Destra) si conferma anche nel 2014 leader nelle assenze ai consigli comunali. Su 22 sedute convocate ne ha disertate otto. Per sei volte è mancato David Mariani (Pd), cinque volte assente Fabrizio Ciarapica (Vince Civitanova) Erminio Marinelli (Civita Marinelli) e Giovanni Corallini (FI). A seguire Livio De Vivo 4 (indipendente), Ermanno Carassai 4 (Ndc), Mirella Emiliozzi 2 (Movimento 5 Stelle), Sergio Marzetti 3 (Ncd), Claudio Morresi 3 (civica Marinelli), Giorgio Morresi 4 (Pd), Paolo Rachiglia 4 (Pd), Antonio Colucci 3 (Pd), Daniele Angelini 3 (Pd), Marco Dolci 2 (Nuova Città), Belinda Emili 3 (Rifondazione Comunista), Pierpaolo Pucci 2 (M5S), il sindaco Tommaso Corvatta 1, Mirella Franco 1 (Pd), Pierpaolo Rossi 1 (Uniti per cambiare). Sempre presenti Gustavo Postacchini (Pd), Piero Gismondi (Nuova città), Lidia Iezzi (Pd), Roberta Rutili (Pd) e il presidente del consiglio Ivo Costamagna (Uniti per cambiare)



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Saccheggiato un negozio sul corso, è il secondo colpo in due settimane Successivo Marche, picco dell'influenza Pronto soccorso in tilt