Attacco dei lupi in pieno giorno, 12 pecore uccise

Carlino

E’ successo a Force. A darne notizia è la Coldiretti provinciale dopo la segnalazione giunta da Luigi Basocu, allevatore della zona

Un lupo al pasto (Foto Ansa)

Ascoli, 17 maggio 2013 – Attacco dei lupi in pieno giorno a Force, sopra Ascoli Piceno, dove sono state uccise dodici pecore e altre quindici risultano disperse. A darne notizia è la Coldiretti provinciale dopo la segnalazione giunta da Luigi Basocu, allevatore della zona. “Ci ha avvertito un vicino che, mentre seminava il mais nel suo campo, ha visto alcuni agnelli correre fuori dal recinto – racconta l’imprenditore, che è anche responsabile della sezione ovini dell’Apa, l’Associazione provinciale allevatori –. E’ stata una fortuna, perché altrimenti avremmo rischiato di perdere l’intero gregge, duecentocinquanta capi e, con loro, tutta la nostra attività”.

Il bilancio finale parla di dodici pecore uccise, mentre altre quindici non sono state trovate. Negli anni scorsi l’azienda Basocu Luigi e Michele aveva già avuto dei campi sbranati, ma questo è il caso più grave sinora verificatosi. Secondo un’analisi di Coldiretti, nel 2012 sono stati uccisi dai lupi circa un migliaio tra pecore, vitelli e cavalli. La situazione ora rischia di precipitare considerato che dal 1° gennaio scorso gli allevamenti sono senza copertura degli eventuali danni. Dopo che nel 2012 gli indennizzi hanno raggiunto la cifra di 150mila euro, dal 1° gennaio scorso è di fatto decaduta la validità dell’ultima delibera della giunta regionale in materia, lasciando di fatto le aziende “scoperte”. Una situazione che sta creando un certo allarme nelle campagne, sottolinea Coldiretti, anche in considerazione del fatto che l’ultimo provvedimento della Regione in materia aveva già rivisto al ribasso gli importi previsti dalla legge, dimezzandoli. Gli allevatori che hanno un animale ucciso dai lupi si vedono così rifondere una minima parte del valore dell’animale, oltre a dover pagare di tasca propria lo smaltimento della carcassa.

Cellulari Usati
SCATOLE CARTONE IN PRONTA CONSEGNA!!! www.semprepronte.it

Precedente Cotton Club, operai senza stipendio. L'ipotesi del concordato Successivo Si masturba mentre beve birra al tavolino di un bar, denunciato