Attentato a Bruxelles, il racconto dei fermani

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Bruxelles (Belgio), 22 marzo 2016 – Sono tanti i fermani che per motivi di lavoro o di svago si trovano in queste ore a Bruxelles, la capitale belga colpita stamattina da un attacco terroristico (foto) che ha causato decine di morti.

Tra loro c’è anche Giambattista Tofoni fondatore di Tam (Tutta un’Altra Musica), e attualmente network manager della rete europea del Jazz. Tofoni ha rassicurato tutti poco fa attraverso un post pubblicato sul suo profilo Facebook:  ”A tutti gli amici che chiamano preoccupati, ‪state sereni‬: sono a Bruxelles in albergo”. 

Il rientro in Italia era previsto per oggi pomeriggio dall’aeroporto di Bruxelles. A Bruxelles vive anche da diversi anni Pierpaolo Settembri, 37enne di Amandola, che lavora come funzionario dell’Unione Europea. Anche lui ha rassicurato tutti con un post sul social network: ”Cari amici / famiglia, sto bene. Grazie per i vostri messaggi. Maria e i ragazzi sono in Spagna”.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Attentato a Bruxelles, «non possiamo muoverci» Successivo Vecerrica: «Grazie per il vostro amore»