Attenzione alle truffe… denunciate denunciate denunciate!!!!

PER QUALSIASI URGENZA
CONTATTARE I NUMERI :

 

  • POLIZIA DI STATO                                      113
  • CARABINIERI                                                112
  • CARABINIERI DI FABRIANO                     0732248900
  • POLIZIA DI FABRIANO                               073223211
  • COMUNE DI FABRIANO                              07327091
  • VIGILI URBANI                                             073221610

 

ALCUNI CONSIGLI UTILI PER NON CADERE IN TRUFFE E RAGGIRI

  • RICONTROLLARE I SOLDI
Alcuni tipi di truffa hanno come condizione iniziale che la vittima sia appena stata in banca a ritirare dei soldi. Succede spesso che una persona anziana dopo aver fatto un prelievo venga seguita da qualcuno che dopo poco gli si presenta come funzionario di banca. In genere il finto funzionario suona il campanello di casa dicendo che potrebbe esserci stato un errore, che è necessario verificare il numero di serie delle banconote, facendo finta di contarli o di controllarli, li sostituisce con banconote false; per questo ricordatevi: nessun funzionario di banca ci cercherà mai a casa per controllare le banconote o i numeri di serie.
  • FALSI FUNZIONARI INPS, ENEL O INPDAP
Si presentano alla porta di persone anziane con la scusa di dover controllare la posizione pensionistica o contributiva; o ancora per controllare il contatore del gas, della luce, ecc. ma in realà raggirano le persone facendosi consegnare soldi o sottraendo beni o altre cose di valore.
  • RIPULIRVI LA GIACCA
Ancora più diffusa e più vecchia è la truffa del gelato o del caffè sulla giacca. Sono nella maggior parte dei casi donne con bambini, ma a volte anche ragazzi, con il gelato o con una tazzina di caffè in mano che vi urtano facendovelo cadere sulla giacca. Poi con la scusa di ripulirvela ve la fanno sfilare e vi rubano il portafogli.
  • FALSA BENEFICENZA
Se siete intenzionati a contribuire non date soldi a sconosciuti, se non dopo aver controllato la correttezza dell’Associazione, meglio fare un versamento in banca o alla posta.
  • CONTRATTI TRUFFA
Attenzione alle ricerche di mercato o interviste, specie se in conclusone viene richiesta una firma su di un foglio; potrebbe nascondere un contratto di compravendita.



CONSIGLI CONTRO I RAGGIRI E LE TRUFFE AGLI ANZIANI

  • Non aprite la porta di casa a sconosciuti anche se vestono un’uniforme o dichiarano di essere dipendenti di aziende di pubblica utilità, non fateli entrare in casa.
  • Diffidate degli estranei che vengono a trovarvi in orari inusuali, soprattutto se in quel momento siete soli in casa.
  • Se inavvertitamente avete aperto la porta ad uno sconosciuto e, per qualsiasi motivo, vi sentite a disagio, non perdete la calma. Invitatelo ad uscire dirigendovi con decisione verso la porta. Aprite la porta e, se necessario, ripetete l’invito ad alta voce. Cercate comunque di essere decisi nelle vostre azioni.
  • In caso di consegna di lettere, pacchi o qualsiasi altra cosa, chiedete che vengano lasciati nella cassetta delle posta o sullo zerbino di casa, se dovete firmare la ricevuta aprite con la catenella attaccata.
  • Verificate sempre con una telefonata da quale servizio sono stati mandati gli operai che bussano alla vostra porta e per quali motivi. Se non ricevete rassicurazioni non aprite per nessun motivo.
  • Ricordate che nessun Ente manda personale a casa per il pagamento delle bollette, per rimborsi o per sostituire banconote false date erroneamente. Per nessuna ragione fate vedere o date soldi a sconosciuti che si presentano a casa vostra. Nel caso di finti rimborsi il malfattore vi chiede di cambiare una grossa banconota, solitamente falsa, oppure vi deruba quando andate in camera a prendere la borsa.
  • Non fermatevi mai per strada per dare ascolto a chi vi offre facili guadagni o a chi vi chiede di poter controllare i vostri soldi o il vostro libretto della pensione anche se chi vi ferma e vi vuole parlare è una persona distinta e dai modi affabili.
  • Quando fate operazioni di prelievo o versamento in banca o in un ufficio postale possibilmente fatevi accompagnare, soprattutto nei giorni in cui vengono pagate le pensioni o in quelle di scadenze generalizzate.
  • Se avete il dubbio di essere osservati fermatevi all’interno della banca o dell’ufficio postale e parlatene con gli impiegati o con chi effettua il servizio di vigilanza. Se questo dubbio vi assale per strada, entrate in un negozio o cercate una persona che conoscete, ovvero una compagnia sicura.
  • Durante il tragitto di andata e ritorno dalla banca o dall’ufficio postale con i soldi in tasca non fermatevi con sconosciuti e non fatevi distrarre.
  • Ricordatevi che nessun cassiere di banca o di ufficio postale vi insegue per strada per rilevare un errore nel conteggio del denaro che vi ha consegnato.
  • Quando utilizzate il bancomat usate prudenza: evitate di operare se vi sentite osservati.
  • Per qualunque problema o per chiarirvi qualsiasi dubbio non esitate a chiamare i numeri telefonici di emergenza.



CONSIGLI PER I FIGLI, NIPOTI E PARENTI STRETTI

  • Non lasciate soli i vostri anziani, anche se non abitate con loro fatevi sentire spesso e interessatevi ai loro problemi quotidiani.
  • Ricordate loro di adottare sempre tutte le cautele necessarie per contatti con gli sconosciuti. Se hanno il minimo dubbio fate loro capire che è importante chiedere aiuto a voi, ad un vicino di casa oppure contattare il 113 o il 112.
  • Ricordate che, anche se non ve lo chiedono, hanno bisogno di voi.



CONSIGLI PER I VICINI DI CASA

  • Se nel vostro condominio o nelle case vicine alla vostra abitazione abitano anziani soli, scambiate ogni tanto con loro quattro chiacchere. La vostra cordialità li farà sentire meno soli.
  • Se alla loro porta bussano degli sconosciuti esortateli a contattarvi per chiarire ogni dubbio. La vostra presenza li renderà più sicuri.
  • Segnalate ai telefoni di emergenza ogni circostanza anomala o sospetta che coinvolga l’anziano vostro vicino di casa.

ULTIMO AVVISO DENUNCIATE SENZA PAURA

Se voi denunciate, salverete comunque qualcun altro che invece di leggere questi avvertimenti, in buona fede, aprirà ancora la porta di casa.

FATE ATTENZIONE MI RACCOMANDO

Cav.Andrea Poeta

Precedente Schettino: ‘Numana, non verrò’ Successivo Persone non invalide che parcheggiano da invalidi