Aule fredde: gli studenti del Mengaroni in piazza

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 5 dicembre 2014 – HANNO atteso che la Provincia risolvesse la questione dei riscaldamenti. Stufi di aspettare, ieri mattina gli studenti del liceo artistico Mengaroni sono scesi in piazza e hanno protestato per non dover stare a scuola con il freddo. «Noi studenti del liceo artistico – ha detto Matteo Dellai, rappresentante di istituto – siamo stanchi. Stanchi perché ormai da troppo tempo al liceo si parla di termosifoni invece che di arte. Da settimane le temperature della nostra scuola oscillano tra i 16 e i 18 gradi e qualsiasi attività uno faccia, a quella temperatura, sente freddo».

E aggiunge, circondato dall’intera scuola: «Perché dovremmo rassegnarci a studiare in queste condizioni? La nostra impressione è che la temperatura dei termosifoni, ogni anno che passa, si abbassi. Almeno di un grado ogni anno: non ci vuole un genio per capire che 18 gradi è una soglia media troppo bassa per affrontare senza disagio le ore di lezione. Prima di manifestare abbiamo aspettato che la Provincia intervenisse, ma ci rendiamo conto che non siamo una priorità. Questo un po’ ci dispiace. Anche perché sembra sempre che le questioni legate al risparmio siano le uniche a prevalere. La settimana corta, chiesta dalla Provincia alle scuole, non rientra nella logica del risparmio? Insomma – conclude Dellai – vogliamo dire basta a questo tipo di scelte ed alle aule fredde».



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Lettera anonima al sindaco con minacce e volgarità a sfondo sessuale Successivo Torna la competizione tra cani di razze nordiche