Autistici maltrattati, riapre lunedì la ‘Casa di Alice’

Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Grottammare (Ascoli Piceno), 22 agosto 2014 – Riaprirà i battenti lunedì prossimo, ma con meno utenti (da 12 si è scesi a 4), la Casa di Alice di Grottammare, il centro riabilitativo per bambini e ragazzi autistici al centro di un’inchiesta della procura di Fermo per presunti maltrattamenti subiti dai giovani ospiti da parte di alcuni educatori. Lo rende noto l’amministrazione comunale di Grottammare, specificando che i Comuni interessati stanno studiando un piano finanziario ”per assicurare il servizio fino alla scadenza di fine anno”.

Il punto è stato fatto su iniziativa del sindaco Enrico Piergallini, per “monitorare costantemente il percorso di Casa di Alice e non lasciare improvvisamente sole le famiglie che hanno scelto di continuare ad utilizzare il servizio”. La riduzione del numero di utenti, si traduce in un ulteriore impegno finanziario, stimato in 50.000 euro, per i Comuni coinvolti: “una somma che potrebbe essere affrontata con interventi straordinari dell’Ambito sociale e dell’Asur – ipotizza Piergallini -, ma su questo punto la riunione è stata aggiornata”. La presidente della cooperativa Koinema, Tiziana Spina, ha confermato la capacità dell’organizzazione di gestire il servizio fino a dicembre e la normalizzazione del rapporto tra gli utenti e il rinnovato staff di operatori.



Precedente Disabili maltrattati ​Casa Alice riapre Successivo Il Paese dei Balocchi torna a fare sorridere i bambini