Auto si schianta contro il guardrail e si ribalta: ferite due persone

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Civitanova, 24 gennaio 2016 – Un impatto rovinoso. Ma, per fortuna, le ferite sono di modesta entità. Se la sono cavata a buon mercato due calabresi, protagonisti questa notte di un incidente mentre percorrevano la Statale Adriatica in direzione sud.

Viaggiavano a bordo di una Volkswagen Golf Turbodiesel: al volante c’era il 32enne S.G. di Crucoli (Crotone), affiancato sul lato passeggeri dal 43enne L.A. di Cassano all’Ionio (Cosenza). Per cause riconducibili presumibilmente a un colpo di sonno, e comunque senza colpe altrui, poco dopo le 3.30 la vettura è sbandata a Fontespina nei pressi delle «doppie curve», andando a sbattere lateralmente contro il guardrail all’altezza del ponticello sul fosso Caronte e perdendo una gomma.

Di rimbalzo s’è poi capovolta, finendo la sua corsa adagiata su un fianco in mezzo alla carreggiata, ostruita completamente. I due uomini sono usciti dall’abitacolo con le loro forze: segno che, contusioni a parte, tutto sommato stavano benino.

L’equipaggio di un’ambulanza della Croce Verde, in zona per un altro intervento, li ha soccorsi immediatamente. Aveva udito il botto e, lavorando d’intuito, è arrivata sul posto in un lampo insieme all’automedica del 118. All’ospedale i due calabresi sono stati giudicati guaribili in pochi giorni. La strada è rimasta inibita al traffico per una mezzoretta: il tempo necessario ai vigili del fuoco per mettere in sicurezza la vettura e pulire un tratto d’asfalto intriso d’olio. Il carro attrezzi ha poi completato l’opera. L’auto è da buttare. I rilievi dell’incidente sono stati curati da una pattuglia della Polizia stradale di Macerata che, come da copione in questi casi, ha disposto l’alcol test per il conducente. I pompieri hanno operato fin quasi alle 5.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Furti nello spogliatoio, due minorenni nei guai Successivo Tolentino, abbattono la colonnina e scappano con quattromila euro