Avances sessuali a chi chiede la residenza, agente condannato a 2 anni e 5 mesi

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Ancona, 13 novembre 2014 – E’ stato condannato a 2 anni e 5 mesi, per violenza sessuale, tentata violenza e induzione indebita a dare e ricevere utilità il tenente della polizia municipale di Ancona, Michelino Montanino, finito a processo perché accusato dal pm Paolo Gubinelli di aver molestato o fatto avances a cittadine straniere che chiedevano di ottenere la residenza ad Ancona, pratiche di cui si occupava lo stesso Montanino, nel periodo compreso tra il 1999 ed il 2009.

Il pm Paolo Gubinelli aveva chiesto una condanna a 2 anni e 6 mesi. Per il tenente il collegio del Tribunale di Ancona ha anche disposto 2 anni di interdizione dai pubblici uffici. I legali della difesa, gli avvocati Paolo Tartuferi e Savino Donvito, annunciano l’appello. Montanino si è sempre detto innocente e ha parlato di una congiura ordita da una sudamericana che si era vista negare la residenza.



 

Precedente Attivo il 43002: basta un sms per dire no a bullismo e spaccio Successivo Squinzi, non andare a votare con questa legge