Avvocati al voto, Ghio fa il pieno

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Macerata, 6 febbraio 2015 – Con un grande riscontro personale dell’avvocato Stefano Massimiliano Ghio, il consiglio dell’Ordine forense uscente si conferma in carica anche per i prossimi quattro anni. Per le elezioni del Consiglio, hanno votato nei giorni scorsi 854 iscritti all’albo.

Queste le preferenze espresse: Stefano Ghio 622 voti, Maria Cristina Ottavianoni 363, Aldo Alessandrini 360, Carlo Strinati 352, Pamela Carelli 331, Paolo Carnevali 327, Luisella Cellini 326, Paola Medori 321, Renzo Tartuferi 309, Pier Paolo Persichini 281, Paola Milici 270, Paolo Cecchetti 251, Massimiliano Cingolani 217, Leide Polci 201, Francesco Copponi 186. Questi sono i nuovi componenti del Consiglio. Primo tra i non eletti lo sfidante principale, l’avvocato Giancarlo Savi, che aveva dato vita a una sua lista: ha avuto 180 voti e dunque non entra in Consiglio. Della sua lista sono però entrati i colleghi Cingolani e Polci. Nel Consiglio anche un esponente dell’albo di Camerino, confluito ora in quello maceratese: si tratta dell’avvocato Copponi.

«Hanno votato 854 colleghi – commenta il presidente uscente Ghio -, questo è il segno che in tanti hanno voluto partecipare a questa competizione elettorale. Credo sia stata premiata la disponibilità dei consiglieri, secondo me è cambiato qualcosa all’Ordine e i colleghi sono soddisfatti». Ora i 15 componenti del Consiglio dovranno eleggere il nuovo presidente e assegnare le diverse cariche.

Passano in toto poi i candidati per le Pari opportunità: Cinzia Maroni, Donato Attanasio, Cristina Cingolani, Alessandra Monti, Laura Bozzi, Rosella Gaeta, Cristina Parolisi, Alberto Pepe, Federico Pezzoni e Marina Vitali. «Siamo contenti degli oltre settecento voti che ci hanno confermato – commenta l’avvocato Maroni – e anche del fatto che in Consiglio sia entrata una donna in più».



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Brambatti, ultimo weekend per pensare Intanto tre dirigenti avvisano il Pd Successivo Soldi spariti nei condomini, altra condanna per Zucconi. E lui è fuori dal carcere